Congiunzioni della Luna con Giove, Saturno, Marte, Venere e Mercurio

~10 min
Congiunzioni della Luna con Giove, Saturno, Marte, Venere e Mercurio

Questo maggio, si verificheranno cinque congiunzioni planetarie con la Luna e un'occultazione lunare di Venere. Leggi questo articolo per scoprire come vedere questi eventi nel cielo.

Contenuti

Cosa significa una congiunzione con la Luna?

In astronomia, una congiunzione è un evento apparente che si verifica quando due o più oggetti spaziali sono visibili molto vicini l'uno all'altro. In generale, le congiunzioni avvengono tra la Luna e i pianeti (Venere, Mercurio, Marte, Giove o Saturno).

Ovviamente, i pianeti non si avvicinano alla Luna nello spazio: causerebbero infatti un impatto significativo sul sistema solare. Gli oggetti spaziali sembrano essere vicini nel cielo solo per gli osservatori dalla Terra.

Come vedere una congiunzione tra la Luna e un pianeta?

Ecco cosa devi sapere in anticipo:

  • Gli oggetti spaziali si alzano e imposta il tempo per la tua posizione. C'è la possibilità che un oggetto si alzi sopra l'orizzonte durante il giorno, quindi non sarai in grado di vederlo affatto.
  • La fase lunare. Il disco lunare completamente luminoso è, senza dubbio, una vista emozionante, ma nasconde anche alcuni oggetti relativamente deboli che gli sono vicini.
  • La traiettoria degli oggetti spaziali nel cielo. Ti aiuterà a visualizzare il futuro movimento degli oggetti spaziali.

Ricorda che, a seconda del tuo fuso orario, potresti perdere il momento esatto della congiunzione, ma hai comunque la possibilità di catturare un pianeta vicino alla Luna.

Usa le nostre app per osservare le stelle per apprendere rapidamente tutte le informazioni necessarie, come gli orari di tramonto e di alba di un oggetto o la fase lunare. Traccia il percorso degli oggetti spaziali nel cielo nel tempo per prevedere la loro posizione rispetto a dove ti trovi o scoprire il nome di qualsiasi punto luminoso sopra la tua testa.

Congiunzioni di maggio

2 maggio: congiunzione Luna-Mercurio

L'inizio di maggio ci porterà la congiunzione della Luna con Mercurio (magnitudine 0,7). Il 2 maggio, alle 14:17 GMT, un disco lunare illuminato all'1,3% appena visibile passerà 1°50' a sud del pianeta.

Questa congiunzione sarà ben visibile dall'emisfero settentrionale, ma abbastanza difficile da vedere da quello meridionale, dove gli oggetti rimarranno vicini al Sole e potrebbero essere oscurati dal suo bagliore. Cerca la Luna e Mercurio poco dopo il tramonto nella costellazione del Toro e potresti persino trovare le luminose Pleiadi nelle vicinanze, se i cieli sono abbastanza scuri!

22 maggio: congiunzione Luna-Saturno

Il 22 maggio, alle 04:43 GMT, avvista la Luna semi-illuminata e Saturno (magnitudo 0,6) vicini tra di loro nella costellazione del Capricorno. In questo momento, una distanza apparente tra due corpi celesti sarà di 4°27'. Poiché è troppo ampio per potersi adattare al campo visivo del telescopio, guardali ad occhio nudo o usa un binocolo. Gli osservatori dell'emisfero settentrionale dovrebbero guardare appena sopra l'orizzonte nelle ore mattutine e quelli nell'emisfero australe troveranno gli oggetti in alto nel cielo dopo mezzanotte.

24 maggio: congiunzione Luna-Marte

Il 24 maggio, alle 19:24 GMT, si verificherà la congiunzione della Luna con Marte (magnitudo 0,7). Dopo aver superato l'ultimo quarto di fase il 22 maggio, il disco lunare si assottiglierà di giorno in giorno. Incontrerà il pianeta rosso nella costellazione dei Pesci, avvicinandosi a 2°46' nel momento della congiunzione. Il consiglio per le osservazioni è quasi lo stesso: guarda in basso al mattino, se ti trovi nell'emisfero settentrionale, e in alto sopra la tua testa dopo circa le 2:00 ora locale, sei se in quello meridionale.

24 maggio: congiunzione Luna-Giove

Un'altra congiunzione avrà luogo il 24 maggio alle 23:59 GMT. La Luna passerà 3°14' a sud di Giove (magnitudine -2,2) nella costellazione dei Pesci. Il luminoso gigante gassoso sorgerà più tardi di Marte o Saturno, quindi anche nell'emisfero australe, dovrai aspettare fino alle 3 del mattino ora locale per vederlo. Gli osservatori nell'emisfero settentrionale avranno solo un'ora prima dell'alba per vedere il pianeta e, ancora una volta, l'orizzonte limpido è vitale, poiché Giove rimarrà basso.

27 maggio: congiunzione Luna-Venere

Un'altra congiunzione avverrà il 27 maggio, alle 02:52 GMT, quando l'abbagliante Venere (magnitudine -4.0) incontrerà la Luna illuminata all'11% nella costellazione dei Pesci. Questa sarà la congiunzione più vicina tra la Luna e Venere nel 2022: il nostro satellite naturale passerà solo 0°12' a sud del pianeta luminoso!

Inizia a cercare Venere un paio d'ore prima dell'alba, non appena sorge nel cielo. Puoi conoscere l'esatto orario in cui sorge nella tua posizione grazie all'app per osservare le stelle Sky Tonight, che mostra anche la posizione degli oggetti nel cielo in momenti diversi. Venere e la Luna sorgeranno poco prima dell'alba nell'emisfero settentrionale, ma nell'emisfero meridionale, dove il Sole sorge più tardi, gli osservatori avranno circa due ore decenti di oscurità per vederli.

27 maggio: occultazione lunare di Venere

La stessa notte, diversi minuti dopo la congiunzione, alle 03:03 GMT, gli osservatori del sud-est asiatico e dell'Indonesia vedranno la Luna passare davanti a Venere. Questo fenomeno si chiama occultazione lunare di un pianeta, un evento spettacolare, ma difficile da cogliere. Le occultazioni lunari possono essere viste solo da una piccola parte della superficie terrestre, poiché la posizione della Luna nel cielo varia fino a due gradi in base ai diversi punti di osservazione.

Congiunzioni di aprile

24 aprile: congiunzione Luna-Saturno

Il 24 aprile, alle 20:56 GMT, la Luna e Saturno si uniranno per formare una congiunzione nella costellazione del Capricorno. Gli oggetti saranno posizionati entro 4,6° l'uno dall'altro, con il nostro satellite naturale che brillerà a una magnitudine di -11,5 e Saturno a una magnitudine di 0,6. La Luna e Saturno saranno troppo lontani l'una dall'altro per essere visti insieme attraverso un telescopio, ma potrai provare a vederli ad occhio nudo o con un binocolo.

25 aprile: congiunzione Luna-Marte

Il 25 aprile, alle 22:06 GMT, la Luna incontrerà Marte nella costellazione dell'Acquario. Il pianeta rosso (magnitudine 0,9) e la Luna (magnitudine -11,1) saranno abbastanza luminosi da poter essere osservati a occhio nudo. Trovali nel cielo notturno a 4,1° l'uno dall'altro. Gli oggetti rimarranno abbastanza vicini per circa tre ore, quindi avrai tutto il tempo per osservare il brillante duo.

27 aprile: congiunzione Luna-Venere

Il 27 aprile, alle 01:51 GMT, la Luna si avvicinerà a Venere; la distanza apparente tra loro sarà pari a 4°. La Luna sarà nella fase di mezzaluna calante, splendente a una magnitudine di -10,6, mentre Venere si unirà a essa con una magnitudine di -4,1. Il disco lunare illuminato di circa il 10% sarà più difficile da notare ad occhio nudo, ma potrai facilmente individuarlo con un binocolo. Trova entrambi gli oggetti nella costellazione dell'Acquario con l'aiuto della nostra app Sky Tonight.

27 aprile: congiunzione Luna-Giove

Dopo aver incontrato Venere, la Luna raggiungerà la congiunzione con Giove il 27 aprile, alle 08:23 GMT. La distanza apparente tra il nostro satellite naturale e Giove sarà di soli 3,8°. La Luna crescente calante brillerà ad una magnitudine di -10,4 nella costellazione dell'Acquario. Il suo compagno Giove rimarrà nella vicina costellazione dei Pesci, brillando a una magnitudine di -2,1. Entrambi gli oggetti potranno essere visti attraverso il binocolo o ad occhio nudo, ma saranno troppo distanti l'una dall'altro per poter essere osservati insieme attraverso un telescopio.

Congiunzioni di marzo

7 marzo: incontro ravvicinato tra la Luna e Urano

Il 7 marzo, alle 06:46 GMT, la Luna e Urano passeranno a soli 46,3' l'uno dall'altro.

La distanza è ancora troppo lontana per individuare entrambi gli oggetti spaziali contemporaneamente attraverso una lente del telescopio. Gli osservatori armati di un binocolo hanno maggiori probabilità di vedere la Luna (magnitudine -10,9) e Urano (magnitudine 5,8) insieme nella costellazione dell'Ariete.

7 marzo: occultazione lunare di Urano

Allo stesso tempo, la Luna passerà davanti a Urano visto dalla Terra, creando un'occultazione lunare del pianeta. Tuttavia, questo evento non sarà visibile dalla maggior parte delle parti della Terra. La scomparsa di Urano può essere osservata solo da alcune isole che circondano la Nuova Zelanda. La ricomparsa di Urano potrebbe essere vista da osservatori della parte orientale dell'Australia, della Nuova Zelanda e di una piccola parte dell'Antartide. Il resto del mondo vedrà solo l'incontro ravvicinato di cui sopra.

28 marzo: congiunzione Luna-Marte

Il 28 marzo 2022, la Luna sarà nella fase di mezzaluna calante con solo il 15% circa della sua superficie illuminata. Ciò significa che gli osservatori potrebbero avere una visione migliore delle stelle e dei pianeti che lo circondano, specialmente al mattino presto quando i pianeti si alzano sopra l'orizzonte.

Ad esempio, in questo giorno, alle 02:54 GMT, potresti avvistare la Luna e Marte nella costellazione del Capricorno che passano molto vicini l'uno all'altro, entro 4°12'. Marte avrà una magnitudine di 1,1, abbastanza luminoso da essere visto ad occhio nudo.

28 marzo: congiunzione Luna-Venere

Lo stesso giorno, alle 09:50 GMT, la Luna incontrerà Venere. La congiunzione sarà fuori dalla portata di telescopi e binocoli: la Luna passerà 6°40' a sud di Venere, che è troppo lontana per rientrare nel campo visivo dei dispositivi ottici. Tuttavia, Venere brillerà a una magnitudine di -4,3, quindi entrambi i corpi celesti che giacciono nella costellazione del Capricorno saranno perfettamente visibili nel cielo dell'alba ad occhio nudo.

28 marzo: congiunzione Luna-Saturno

La terza congiunzione di questo giorno avverrà alle 11:43 GMT, poiché la Luna passerà 4°25' a sud di Saturno. Il pianeta avrà una magnitudine di 0,7 e potrebbe sembrare un po' debole, ma sarà comunque visibile attraverso il binocolo.

Potresti anche individuare i pianeti e la Luna insieme ad occhio nudo: prova a rivolgere lo sguardo verso la costellazione del Capricorno e osserva Saturno che forma un triangolo con Marte e Venere mentre la Luna crescente brilla al di sotto.

30 marzo: congiunzione Luna-Giove

Il 30 marzo, alle 14:36 GMT, il disco lunare quasi invisibile passerà 3°55' a sud di Giove. Il pianeta illuminerà la costellazione dell'Acquario con la sua magnifica luminosità e una magnitudine di -2,0. I tropici e l'emisfero australe saranno i luoghi migliori per osservare la congiunzione.

Congiunzioni di febbraio

2 febbraio: congiunzione Luna-Giove

L'inizio di febbraio ci offre la congiunzione Luna-Giove. Il 2 febbraio, alle 21:08 GMT, il nostro satellite naturale passerà 4°19' a sud del pianeta. La Luna sarà appena visibile nel cielo, poiché avrà raggiunto la sua nuova fase solo un giorno prima. Giove, uno dei pianeti più visibili nel cielo, avrà una magnitudine di -2,0. Scopri gli oggetti spaziali nella costellazione dell'Acquario.

27 febbraio: congiunzione Luna-Venere

Il 27 febbraio 2022, alle 6:30 GMT, si verificherà la spettacolare congiunzione tra la Luna (magnitudine -10,7) e Venere (-4,6). Il sottile disco lunare illuminato solo al 13% passerà 8°44' a sud del pianeta più luminoso; cercali nella costellazione del Sagittario.

Il duetto sarà visibile nel cielo prima dell'alba: visto dall'emisfero settentrionale, Venere sale per primo sopra l'orizzonte, e poi sorge la Luna quasi nuova poco prima dell'alba. Le condizioni di osservazione saranno migliori dalle latitudini meridionali: i due diventano visibili prima (intorno alle 4:00 ora locale), dando agli osservatori più tempo per godersi la vista prima dell'alba.

27 febbraio: congiunzione Luna-Marte

Nella stessa notte, potrai avvistare la Luna e Marte vicini. L'orario esatto della congiunzione è il 27 febbraio 2022, alle 09:00 GMT; in questo momento, la distanza apparente tra il nostro satellite naturale e il pianeta rosso sarà di soli 3°31'. Troverai gli oggetti spaziali nella costellazione del Sagittario. Sebbene Marte abbia una luminosità molto più debole rispetto a Venere, rimane all'interno del raggio di visibilità a occhio nudo, brillando a una magnitudine di 1,3.

Se vivi nell'emisfero boreale, inizia le osservazioni un'ora prima dell'alba. Così vedrai Marte, Venere e la Luna allinearsi nel cielo. Le persone dell'emisfero australe possono vederli prima, intorno alle 4:00 ora locale.

28 febbraio: congiunzione Luna-Mercurio

Il 28 febbraio, alle 20:06 GMT, la Luna e Mercurio si incontreranno di nuovo. Al momento della congiunzione, la distanza apparente tra i due oggetti sarà di 3°43'. Mercurio luminoso avrà una magnitudine di -0,1; la Luna si avvicinerà alla sua nuova fase e diventerà quasi invisibile nel cielo. Entrambi i corpi celesti saranno situati nella costellazione del Capricorno.

28 febbraio: congiunzione Luna-Saturno

Il 28 febbraio, alle 23:47 GMT, si verificherà la congiunzione Luna-Saturno, illuminati al 6%. Passeranno l'una vicino all'altro nella costellazione del Capricorno, separati da una distanza di 4°17'. Saturno brillerà un po' meno di Mercurio, con una magnitudine di 0,7.

Saturno avrà appena superato la congiunzione con il Sole e si troverà ancora non molto lontano da esso. Gli osservatori possono attualmente vederlo nelle ore precedenti l'alba, in basso sopra l'orizzonte. Anche la Luna, in movimento verso la sua nuova fase il 2 marzo, rimane vicina al Sole e sorge poco prima di esso.

Congiunzioni di gennaio

4 gennaio: congiunzione Luna-Mercurio

Il 4 gennaio 2022, alle 01:22 GMT, la Luna passerà vicino a Mercurio (magnitudo -0.7) nel cielo; entrambi gli oggetti celesti saranno situati nella costellazione del Capricorno. La distanza apparente tra loro sarà di 3°07', troppo ampia per gli obiettivi del telescopio. Puoi usare un binocolo o provare a vederli ad occhio nudo.

Purtroppo la Luna raggiunge la nuova fase il 2 gennaio, e nel giorno della congiunzione il suo disco apparirà molto sottile, illuminato solo per il 4%. La Luna sarà posizionata vicino al Sole, quindi cerca la piccola mezzaluna e Mercurio in direzione ovest; rimarranno bassi sopra l'orizzonte. Ka sera del 7 gennaio 2022, Mercurio raggiunge la massima separazione dal Sole, quindi le notti vicine a questa data sono le migliori per osservare il pianeta.

4 gennaio: congiunzione Luna-Saturno

Lo stesso giorno, il 4 gennaio 2022, alle 16:50 GMT, avverrà la congiunzione della Luna nuova e Saturno, il pianeta dagli anelli (0.6). Saranno posizionati ancora più lontani l'uno dall'altro: il nostro satellite naturale passerà 4°11' a sud di Saturno. Cerca Saturno e il sottile disco lunare anche dopo il tramonto, vicino all'orizzonte.

6 gennaio: congiunzione Luna-Giove

Poco dopo, il 6 gennaio 2022, alle 00:09 GMT, la Luna crescente incontrerà il brillante gigante gassoso Giove nella costellazione dell'Acquario. Entro questa data, il nostro satellite naturale, che passerà a 4°27' a sud del pianeta gassoso, diventerà più visibile nel cielo, essendo illuminato per il 18%. E Giove, con una magnitudine visiva di -2,1, sarà ben visibile anche dai luoghi inquinati dalla luce.

29 gennaio: congiunzione Luna-Marte

Il 29 gennaio 2022, alle 15:05 GMT, il nostro satellite naturale e Marte (1.5) passeranno vicini nel cielo. Alla fine del mese, il disco lunare apparirà di nuovo sottile, illuminato solo per il 10%. La Luna calante passerà 2°24' a sud del Pianeta Rosso nella costellazione del Sagittario.

A gennaio 2022, Marte sarà un pianeta mattutino, quindi andrà cercato circa due ore prima dell'alba. La Luna sarà difficile da vedere poiché sarà posizionata vicino al Sole e potrebbe essere oscurata dal suo bagliore. Prova a trovare un orizzonte libero per individuare i corpi celesti subito dopo che sono sorti.

31 gennaio: congiunzione Luna-Mercurio

La fine di gennaio ci porterà un'altra congiunzione di Luna e Mercurio, che però sarà molto più complicata da osservare. I due corpi celesti si incontreranno il 31 gennaio, alle 00:20 GMT, separati ad una distanza angolare di 7°34'. Non entrano nel campo visivo di un telescopio o di un binocolo, quindi sarà possibile osservarli insieme solo ad occhio nudo. Tuttavia, la Luna sarà quasi impossibile da vedere: il 31 gennaio, manca solo un giorno al raggiungimento della nuova fase.

Mercurio, a sua volta, perderà notevolmente luminosità e avrà una magnitudine visiva di solo 1,5. Inoltre, dopo aver superato la congiunzione solare inferiore, il 23 gennaio, il pianeta rimane sotto l'orizzonte per tutta la notte, sorgendo un'ora prima del Sole.

Questo era tutto ciò che dovevi sapere sulle congiunzioni planetarie con la Luna, inclusi i relativi eventi imminenti. Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo sui social.

Scopri le congiunzioni passate della Luna con i pianeti avvenute nel 2021 in un nostro articolo separato.

Ti auguriamo cieli sereni e felici osservazioni!

Il testo di credito:
Immagine di credito:Vito Technology, Inc.
Trustpilot