Congiunzioni planetarie a maggio 2022

~5 min
Congiunzioni planetarie a maggio 2022

Questo maggio, avrà luogo la congiunzione di Marte e Giove. Scopri come e quando vederla.

Contenuti

Cos'è la congiunzione planetaria?

In parole semplici, una congiunzione planetaria si verifica quando due o più pianeti appaiono vicini l'uno all'altro nel cielo. Tale vicinanza di pianeti è un'illusione ottica: in realtà, sono molto lontani l'uno dall'altro.

Da un punto di vista astronomico, si verifica una congiunzione quando i corpi celesti condividono la stessa ascensione retta¹ o longitudine eclittica² nel cielo.

¹L'ascensione retta è l'equivalente della longitudine sulla superficie terrestre proiettata sulla sfera celeste.

²L'eclittica è una linea immaginaria che segna il percorso apparente del Sole attraverso il cielo durante un anno. La longitudine eclittica viene misurata lungo l'eclittica verso est dalla posizione del Sole all'equinozio di marzo.

Sebbene la prima definizione sia più comune, non è molto precisa. In effetti, descrive un incontro ravvicinato (piccola separazione angolare) di corpi celesti, un evento che di solito si verifica vicino a una congiunzione. Ma non confondere questi eventi! Un incontro ravvicinato non è necessariamente una congiunzione.

Di solito, la distanza tra i corpi celesti durante una congiunzione varia da 0,5° a 9°. Per capirlo meglio, immagina che 0,5° sia la larghezza media di un disco di Luna piena. A volte i pianeti si avvicinano ancora di più: l'ultima volta è successo con Giove e Saturno nel 2020 quando sono apparsi a meno di 0,1° l'uno dall'altro. Tale evento si chiama Grande congiunzione e offre uno spettacolo spettacolare per gli astronomi.

Una congiunzione può includere altri corpi celesti oltre ai pianeti, ad esempio lune, asteroidi o stelle. Nel nostro articolo, elenchiamo le prossime congiunzioni della Luna e dei pianeti, così potrai sapere quale pianeta è vicino alla Luna stasera.

Allineamento planetario

Alcune persone confondono una congiunzione planetaria e un allineamento planetario, a volte indicato come una "parata planetaria". Una congiunzione implica una distanza più breve del solito tra i corpi celesti, mentre un allineamento significa che i pianeti si allineano in fila nella stessa area del cielo, visti dalla Terra.

Congiunzioni di maggio

A maggio vedremo l'unica e affascinante congiunzione di Marte e Giove. Per non perderla, digita "Marte Giove" nel campo di ricerca dell'app Sky Tonight e seleziona il risultato adatto per trovare gli orari e le coordinate esatti per la tua posizione. Se tocchi l'icona a forma di bersaglio, vedrai la posizione degli oggetti nel cielo nel momento della congiunzione.

29 maggio: congiunzione Marte-Giove

Il 29 maggio 2022, alle 08:57 GMT, Marte incontrerà Giove nella costellazione dei Pesci. Giove brillerà con una magnitudine di -2,3, quindi potrai osservarlo facilmente ad occhio nudo. Marte sarà un po' più debole, con una magnitudine di 0,7. I pianeti saranno separati solo di 0,6° nel cielo, ma saranno ancora troppo lontani l'uno dall'altro per vederli insieme attraverso un telescopio. Prova a individuarli entrambi ad occhio nudo o con un binocolo!

Oltre alle congiunzioni planetarie, potrai goderti le congiunzioni tra la Luna e i pianeti. Se ne verificheranno un discreto numero nel mese di maggio.

Congiunzioni di aprile

Potresti perdere il momento esatto della congiunzione a seconda del tuo fuso orario. Ma non rimanere deluso: anche la notte successiva alla congiunzione, i corpi celesti che vorresti vedere saranno comunque posizionati abbastanza vicini tra loro.

5 aprile: congiunzione Marte-Saturno

Il 5 aprile 2022, alle 01:45 GMT, Marte e Saturno appariranno vicini, con Saturno che passerà 0°19' a nord di Marte. Si incontreranno nella costellazione del Capricorno, splendendo a una magnitudine di 0,7 (Saturno) e 1,0 (Marte). Anche Venere si unirà alla loro compagnia, brillando nelle vicinanze con una magnitudine di -4,3. Tutti loro saranno visibili anche ad occhio nudo. La Luna di 4 giorni non interferirà con le osservazioni.

12 aprile: congiunzione Giove-Nettuno

Il 12 aprile 2022, alle 20:05 GMT, Giove e Nettuno si fonderanno nella costellazione dell'Acquario, separati solo da 0°06'. Giove sarà il più luminoso dei due, con una magnitudine di -2,1. Nettuno sarà molto più debole con una luminosità di 8,0. Prova a usare un telescopio o un binocolo per osservare i pianeti. Il momento migliore per iniziare le osservazioni è la mattina presto.

18 aprile: congiunzione Mercurio-Urano

Il 18 aprile 2022, alle 13:47 GMT, Mercurio (magnitudine -1,0) passerà 2°08' a nord di Urano (magnitudine 5,9). Si incontreranno nella costellazione dell'Ariete. La congiunzione è più comoda da osservare dall'emisfero settentrionale. Prendi un binocolo e cerca di individuare i pianeti nel cielo serale. L'app Star Walk 2 potrebbe semplificare il tuo compito indicandoti dove cercare.

30 aprile: congiunzione Venere-Giove

Il 30 aprile 2022, alle 19:56 GMT, Venere incontrerà Giove nella costellazione dei Pesci. I pianeti si incroceranno ad una distanza record di 14'. Devi aver visto la grande congiunzione di Giove e Saturno nel dicembre 2020, quando i due pianeti erano separati solo da 6'. Questa volta, Giove e Venere saranno quasi altrettanto vicini. Dalla Terra, potrebbe sembrare che Venere (magnitudine -4,1) e Giove (magnitudine -2,1) si stiano fondendo in un unico punto di luce, abbastanza luminoso da osservarlo a occhio nudo.

Marte si aggiungerà alla scena unica, brillando nelle vicinanze con una magnitudine di 1,1, che, ovviamente, non è così radioso come Venere e Giove insieme. Il momento migliore per osservare la scena è la mattina.

Congiunzioni di marzo

2 marzo: congiunzione Mercurio-Saturno

Il 2 marzo 2022, alle 15:48 GMT, Mercurio passerà solo 0°41' a sud di Saturno, rendendola la congiunzione più vicina di questi due pianeti nel 2022. I corpi celesti saranno localizzati nella costellazione del Capricorno, splendenti con una magnitudine visiva di -0,1 (Mercurio) e 0,7 (Saturno).

Il momento migliore per vedere i pianeti è al mattino, quando inizia il crepuscolo civile. Avrai bisogno di un orizzonte libero e di un binocolo per avere una visuale migliore. Ma se non ne possiedi uno, va bene lo stesso: l'evento sarà visibile ad occhio nudo. La Luna non interferirà con le osservazioni che raggiungono la sua nuova fase lo stesso giorno.

When is twilight? What types of twilight are there? What are “magic hours”? Check out our infographic to get answers to these questions.
Vedi Infografica

16 marzo: congiunzione Venere-Marte

Il 16 marzo, alle 03:12 GMT, Venere e Marte appariranno più vicini l'uno all'altro quest'anno, separati da soli 3,9°. Venere luminoso, che ha recentemente raggiunto la sua massima luminosità, avrà una magnitudine visiva di -4,5. Il pianeta rosso non sarà altrettanto luminoso, avendo una magnitudine di solo 1,2, ma sarà comunque visibile ad occhio nudo.

Come Mercurio e Saturno, Venere e Marte saranno meglio visibili poco prima dell'alba nella costellazione del Capricorno. Gli osservatori dell'emisfero australe avranno una visuale migliore mentre i pianeti si alzeranno sopra l'orizzonte prima e saliranno più in alto prima dell'alba.

29 marzo: congiunzione Venere-Saturno

Il 29 marzo, alle 00:53 GMT, Venere passerà vicino a un altro pianeta, Saturno. La loro congiunzione sarà più vicina della precedente; la distanza tra i pianeti sarà di 2°09'. Venere perderà leggermente di luminosità, brillando con una magnitudine di -4,3. Saturno, a sua volta, manterrà una luminosità di 0,7.

Cerca i corpi celesti nella costellazione del Capricorno nelle ore mattutine. A proposito, Marte si troverà nelle vicinanze, poiché seguirà Venere per tutto il mese di marzo. Tutti i pianeti sono visibili ad occhio nudo, ma puoi usare un binocolo per vedere più dettagli, come la fase di Venere o gli anelli di Saturno.

Ora sai come e quando avvistare i pianeti vicini questo mese. Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici.

Vi auguriamo cieli sereni e buone osservazioni!

Il testo di credito:
Immagine di credito:Vito Technology, Inc.
Trustpilot