La costellazione del Toro

~7 min
Constellation Taurus

Il Toro è una ben nota costellazione dell'emisfero celeste settentrionale. Fa parte delle costellazioni dello Zodiaco ed è visibile nel cielo notturno da novembre a marzo. Leggi questo articolo per scoprire quali stelle formano la costellazione del Toro e quali oggetti interessanti si possono trovare all'interno dei suoi confini.

Contenuti

Curiosità sulla costellazione del Toro#

  • Nome: Toro (il Toro)
  • Abbreviazione: Tau
  • Dimensioni: 797 gradi quadrati
  • **Ascensione destra **: 4,9 h
  • Declinazione: 19°
  • Visibile tra: 90°N – 65°S
  • ** Emisfero celeste **: Nord
  • ** Stella più luminosa **: Aldebaran (Alfa Tauri)
  • ** Stelle principali **: 19
  • Messier DSO: 2
  • ** Costellazioni limitrofe **: Auriga, Perseo, Ariete, Balena, Eridano, Orione, Gemelli

Posizione del Toro#

Il Toro è visibile a latitudini comprese tra 90°N e 65°S. Occupa 797 gradi quadrati del cielo ed è la diciassettesima più grande delle 88 costellazioni.

Come costellazione dello Zodiaco, il Toro si trova sull'eclittica, una linea immaginaria che segna il percorso annuale del Sole sulla cupola celeste. Per questo motivo, la costellazione del Toro non è visibile dal 14 maggio al 21 giugno circa in quanto ospita il Sole. Alla fine dell'anno, la costellazione si trova in opposizione al Sole e rimane alta nel cielo tutta la notte, pertanto è questo il momento migliore per osservarla. In seguito, il Toro passa sempre meno tempo nel cielo notturno. Verso la fine di marzo, tramonta subito dopo il calar del Sole.

Dove si trova il Toro nel cielo?#

Il Toro si trova tra le costellazioni dell'Ariete e dei Gemelli; Perseo e Auriga si trovano sopra la testa del Toro (Toro e Auriga condividono anche una stella chiamata Elnath). Il Toro confina anche con la costellazione di Orione, che è facile da identificare (grazie alla famosa Cintura di Orione) e può essere d'aiuto nel localizzare le costellazioni vicine.

Come individuare la costellazione del Toro?#

Puoi usare l'asterismo della Cintura di Orione come riferimento per Aldebaran, la stella più luminosa del Toro che identifica l'occhio del toro. Le restanti stelle potrebbero non essere così chiaramente visibili e ti servirà un binocolo per individuarle.

Scopri come identificare le stelle più famose: Polaris, Sirio, Arturo e molte altre. Acquisisci familiarità con il cielo notturno usando questa infografica!
Vedi Infografica

La costellazione del Toro rappresenta la testa e le zampe anteriori del toro (non tutto il corpo). Inizia tracciando una linea immaginaria attraverso le tre stelle della Cintura di Orione. Quindi allunga la linea verso lo scudo di Orione (verso l'alto per l'emisfero settentrionale e verso il basso per l'emisfero meridionale) e seguila fino a individuare la luminosa stella rossastra Aldebaran. Ecco un piccolo consiglio: Sirio è approssimativamente alla stessa distanza da Orione di Aldebaran, quindi se riesci a individuarla, puoi capire fino a che punto è necessario prolungare la linea.

Aldebaran fa parte di un asterismo a forma di V, che rappresenta il muso del toro. Le restanti stelle sono le più brillanti delle Iadi: Prima Hyadum, Secunda Hyadum, θ Tau (Theta Tauri), e Ain, che rappresenta il secondo occhio. Estendi i lati della lettera V e trova le stelle principali della costellazione, Tianguan ed Elnath (le corna del toro), alle sue estremità.

La freccia formata dall'asterismo a forma di V punta a λ Tau (Lambda Tauri), che rappresenta il collo del toro. Nella stessa direzione, si possono trovare ξ Tau (Xi Tauri) e ο Tau (Omicron Tauri) che brillano l'uno accanto all'altra e rappresentano la spalla del toro. Le due zampe, 10 Tau e ν Tau (Nu Tauri), scendono dalle spalle.

Come individuare la costellazione del Toro tramite le app di osservazione delle stelle?#

**Il modo più semplice per individuare la costellazione del Toro è utilizzare le app di osservazione delle stelle **. In questo modo, non rischi di sbagliare e riuscirai a identificare correttamente tutte le stelle. Ti spiegheremo come trovare la costellazione utilizzando le app Star Walk 2 e Sky Tonight.

Star Walk 2:

  • Avvia l'app e tocca l'icona della lente di ingrandimento nell'angolo in basso a sinistra dello schermo;
  • digita “Toro” nella barra di ricerca;
  • tocca il risultato della ricerca corrispondente;
  • vedrai la posizione attuale della costellazione nel cielo;
  • punta il tuo dispositivo verso il cielo e segui la freccia bianca per trovare la costellazione.

Sky Tonight:

-avviare l'app e tocca l'icona della lente di ingrandimento nella parte inferiore dello schermo;

  • digita “Toro” nella barra di ricerca;
  • tocca l'icona di destinazione di fronte al risultato della ricerca corrispondente;
  • vedrai la posizione attuale della costellazione nel cielo;
  • punta il tuo dispositivo verso il cielo e segui la freccia bianca per trovare la costellazione.

Stelle luminose nella costellazione del Toro#

Nella costellazione del Toro ci sono quattro stelle con una magnitudine superiore a 3: Aldebaran, Elnath, Alcyone e Tianguan. Poiché Alcyone fa parte dell'ammasso stellare delle Pleiadi piuttosto che della costellazione del Toro, concentriamoci sulle altre tre stelle.

Aldebaran – α Tauri#

Aldebaran (α Tau, Alpha Tauri, HIP 21421, HR 1457) è la stella più importante della costellazione del Toro e la quattordicesima stella più luminosa del cielo notturno: la sua magnitudine apparente varia da 0,75 a 0,95. È una gigante rossa circa 350.000 volte più grande e 400 volte più luminosa del Sole. Aldebaran sembra inseguire le Pleiadi attraverso il cielo notturno, motivo per cui il suo nome significa "il seguace" in arabo. Anche gli antichi persiani consideravano Aldebaran una delle Quattro Stelle Reali, insieme a Regolo, Antares e Fomalhaut.

Elnath – β Tauri#

Elnath (β Tau, Beta Tauri, HIP 25428, HR 1791) è la seconda stella più luminosa del Toro (magnitudine 1,65). È una gigante di classe B, 700 volte più luminosa del Sole. Il nome deriva dalla parola araba che significa "cozzare con le corna" poiché la stella identifica il corno sinistro del toro. In precedenza era attribuita sia alla costellazione del Toro che a quella dell'Auriga, in quanto era posta al confine tra le due costellazioni. Più tardi, quando i confini vennero rivisti, fu attribuita solamente alla costellazione del Toro.

Tianguan – ζ Tauri#

Tianguan (ζ Tau, Zeta Tauri, HIP 26451, HR 1910) è un sistema stellare binario che ha una magnitudine visiva di circa 3. Nella costellazione del Toro, si trova sulla punta del corno destro del toro. Il nome deriva dall'astronomia cinese e significa “la Porta Celeste” (nell'uranografia cinese, il nome è usato per indicare un asterismo di cui ζ Tauri è la stella principale).

119 Tauri – la stella di rubino#

Punto a favore dell'astronomo Chris Vaughan, alias AstroGeoGuy. Egli consiglia anche di prestare attenzione a 119 Tauri: una stella di magnitudine 4,3 che può essere individuata di fianco a Tianguan. È una stella variabile che pulsa ogni 165 giorni. È anche conosciuta come la stella di rubino per il suo intenso colore rosso. Si può individuare senza strumenti ottici, sotto un cielo buio senza inquinamento luminoso.

Oggetti del cielo profondo nella costellazione del Toro#

Ci sono 86 oggetti del cielo profondo all'interno dei confini del Toro. Due di essi sono elencati nel catalogo Messier.

Pleiadi#

Le Pleiadi (M45) sono un ammasso stellare aperto, uno degli oggetti del cielo profondo più importanti. Hanno una magnitudine di 1,6 e sono visibili anche a occhio nudo. Per localizzare l'ammasso nel cielo notturno, traccia una linea attraverso le tre stelle della Cintura di Orione e di Aldebaran. In questa direzione, vedrai un motivo a stella che assomiglia a una copia più piccola del Grande Carro avvolto in una foschia bluastra.

Iadi#

Le Iadi (Caldwell 41, Collinder 50, Melotte 25) sono un ammasso stellare aperto che prende il nome dalle cinque sorellastre delle Pleiadi. È uno degli ammassi stellari meglio studiati, ed è anche il più vicino al Sistema Solare. È un oggetto visibile a occhio nudo (magnitudine 0,5) e le sue stelle più luminose fanno parte del motivo a forma di V che delinea il volto del toro. Insieme alle Pleiadi, forma un asterismo noto come la Porta d'Oro dell'Eclittica.

Nebulosa del Granchio#

La Nebulosa del Granchio (M1, NGC 1952) è un residuo di una supernova individuata nel 1054 dagli astronomi cinesi. La nebulosa ha ispirato la creazione del catalogo Messier. Dopo che Charles Messier la confuse con la cometa di Halley, decise di raccogliere tali oggetti in un'unica lista in modo da non commettere di nuovo tali errori. La nebulosa ha una magnitudine di 8,6 e non può essere osservata senza dispositivi ottici. Si trova vicino a Tianguan, sull'estremità del corno destro del toro. Fai il nostro quiz per vedere se riesci a distinguere la Nebulosa del Granchio da altre nebulose!

Gli astronomi sono persone originali e spesso chiamano le cose in base alle loro strane idee. Vediamo quanto sei strambo: prova a indovinare il nome di una nebulosa semplicemente guardandola!
Fai il quiz!

Miti sul Toro#

Il primo accenno alla costellazione del Toro risale all'Età del Rame e all'inizio dell'età del Bronzo. Molti popoli, in tutto il mondo, inventarono le loro storie sul toro celeste. I miti greci e babilonesi divennero tra quelli più famosi.

Il Toro nella mitologia greca#

Nella mitologia greca, la costellazione del Toro rappresenta il toro in cui Zeus si è trasformato per rapire la principessa fenicia Europa. Secondo il mito, quando Zeus vide Europa, rimase colpito dalla sua bellezza e si innamorò di lei. Assunse la forma di un toro con un corpo bianco come la neve e le corna lucenti. Vedendo un animale così meraviglioso, Europa gli si avvicinò e poi si arrampicò sulla sua schiena. A questo punto, Zeus la portò via all'isola di Creta, dove riacquistò la sua forma umana e ricoprì la ragazza di doni, supplicandola di diventare la sua amante. L'altra versione dice che la costellazione del Toro rappresenta Io, l'amante di Zeus, trasformata in una giovenca per nasconderla dalla moglie gelosa, Era.

Il Toro nella mitologia babilonese#

Nella mitologia babilonese, la costellazione del Toro rappresenta il Toro del Cielo inviato dalla dea Ishtar per uccidere l'eroe Gilgamesh. Il toro fu sconfitto e dilaniato, e le sue parti del corpo furono scagliate in cielo, dove vennero trasformate in stelle. La testa si trasformò nel Toro e, secondo le credenze, si riteneva che la parte posteriore costituisse l'Orsa Maggiore e l'Orsa Minore.

Domande frequenti#

Quante stelle ci sono nella costellazione del Toro?#

Il satellite Hipparcos ha scansionato e identificato 2219 stelle all'interno dei confini del Toro, tra cui 222 hanno una magnitudine superiore a 6,5 e possono potenzialmente essere osservate ad occhio nudo sotto il cielo terso e buio.

Qual è la stella più luminosa della costellazione del Toro?#

La stella più importante del Toro è Aldebaran, che rappresenta l'occhio del toro celeste. È la quattordicesima stella più luminosa del cielo notturno ed è chiaramente visibile ad occhio nudo.

Scopri come identificare le stelle più famose: Polaris, Sirio, Arturo e molte altre. Acquisisci familiarità con il cielo notturno usando questa infografica!
Vedi Infografica

Quando è visibile la costellazione del Toro?#

È meglio osservare la costellazione alla fine dell'anno quando è alta nel cielo notturno, dal tramonto all'alba.

Dove si trova la costellazione del Toro in questo momento?#

Le costellazioni si muovono costantemente attraverso la cupola celeste. Per conoscere la posizione reale della costellazione del Toro, utilizzate gli strumenti che mostrano il cielo notturno in tempo reale, come i siti web (ad es. theskylive.com) o app di osservazione delle stelle.

Linea di fondo: Il Toro è una costellazione dello Zodiaco che può essere osservata da novembre a marzo. Racchiude numerose stelle luminose e oggetti importanti del cielo profondo che possono costituire un buon obiettivo sia per gli astronomi dilettanti che per quelli esperti.

Il testo di credito:
Immagine di credito:Vito Technology, Inc.
Trustpilot