Le migliori costellazioni stagione per stagione: emisfero settentrionale

Le costellazioni stagionali sono gruppi di stelle che sono meglio visibili nel cielo notturno durante stagioni specifiche. In questa guida, abbiamo selezionato le migliori costellazioni da osservare durante l'estate, l'autunno, l'inverno e la primavera per coloro che osservano dall'emisfero settentrionale. Per saperne di più sulle costellazioni stagionali nell'emisfero meridionale, leggi il nostro articolo dedicato.

Contenuti

Perché durante le diverse stagioni sono visibili diverse costellazioni?

Le stelle sono sempre presenti nel cielo, ma possiamo vederle solo di notte perché la luce del sole ci impedisce di osservarle durante il giorno. Senza il sole che splende, le costellazioni invernali sarebbero visibili nel cielo diurno estivo (e viceversa).

Poiché la Terra si muove lungo l'orbita durante l'anno, la posizione del Sole sulla sfera celeste cambia. La posizione del Sole nel cielo invernale è opposta a quella nel cielo estivo. Pertanto, nelle notti invernali, vediamo costellazioni che non sono visibili in estate. Ad esempio, il Triangolo Estivo è alto sopra l'orizzonte in estate, mentre Orione, con la sua Cintura delineata da tre stelle, può essere osservato in inverno. Sono visibili dal crepuscolo all'alba nella loro stagione e rimangono alte sopra l'orizzonte.

Come trovare le costellazioni nel cielo?

Il modo più semplice per localizzare una costellazione è utilizzare app per l'osservazione delle stelle, come Star Walk e Sky Tonight. Ad esempio, quest'ultimo ha un sistema di ricerca facile da usare, quindi puoi semplicemente digitare il nome della costellazione che vuoi trovare nella casella di ricerca e toccare l'icona blu del bersaglio di fronte al risultato corrispondente. L'app ti porterà alla schermata principale e ti mostrerà la posizione della costellazione su una mappa del cielo notturno. Prova a toccare il grande pulsante blu con l'icona della bussola, o semplicemente puntare il tuo dispositivo verso l'alto, e vedrai dove si trova la costellazione nel vero cielo sopra di te.

Alcune costellazioni hanno caratteristiche prominenti che le rendono facili da trovare. Ad esempio, puoi localizzare Orione tramite l'asterismo della Cintura di Orione e Canis Major tramite la sua stella più luminosa, Sirio (consulta la nostra guida rapida su come individuare questa e altre 14 stelle luminose nel cielo). Abbiamo compilato le prime 7 costellazioni più facili da trovare nella nostra infografica. Con i nostri suggerimenti, li identificherai rapidamente nel cielo.

7 Constellations Everyone Can Find
Scopri come trovare facilmente le stelle e le costellazioni famose nel cielo notturno. Scopri fatti interessanti su ciascuna delle costellazioni.
Vedi Infografica

Costellazioni estive

Nell'emisfero settentrionale, l'estate è il momento migliore per osservare Cygnus, Lyra e Aquila. Le loro stelle più luminose - Deneb, Vega e Altair - compongono l'asterismo del Triangolo Estivo.

Cygnus

La forma distintiva di Cygnus lo rende una costellazione bella e facilmente riconoscibile. Gli osservatori a occhio nudo possono trovare l'asterismo della Croce del Nord, che segna il corpo del cigno: Deneb e Albireo sono per la coda e la testa, Fawaris e Aljanah sono per le ali, e Sadr brilla al centro. Puoi vedere Cygnus "volare" sopra la Via Lattea in un luogo buio. Ci sono anche notevoli oggetti del cielo profondo visibili attraverso binocoli o un telescopio: la Nebulosa del Nord America (NGC 7000), la Nebulosa del Velo (NGC 6960), la Nebulosa Crescente (NGC 6888), e la Pianeta Lampeggiante (NGC 6826), così come due oggetti di Messier - gli ammassi stellari M29 e M39.

Cygnus
La costellazione Cygnus. Nella mitologia greca, è stata identificata con diversi cigni leggendari, così come con gli uccelli Stymphalian.

Lyra

La costellazione Lyra è la casa della stella Vega, la quinta stella più luminosa del cielo e la terza stella più luminosa dell'emisfero settentrionale. I dispositivi ottici riveleranno i due oggetti di Messier in Lyra: l'ammasso globulare M56 e la Nebulosa Anello (M57).

Lyra
La costellazione Lyra. Nell'antica Grecia, era associata alla lira magica di Orfeo, il leggendario musicista. Si diceva anche che fosse la prima lira mai creata.

Aquila

La costellazione Aquila si trova sull'equatore celeste. Altair, la sua stella principale, è una delle stelle più luminose del cielo e una delle stelle a occhio nudo più vicine alla Terra (si trova a 17 anni luce da noi). La stella è facilmente visibile nel cielo estivo. Alla punta della coda dell'Aquila, gli osservatori con telescopi possono trovare NGC 6751, noto anche come la Nebulosa dell'Occhio Lucente.

Measuring Distances in Space
Qual è il più grande: distanza lunare, unità astronomica o anno luce? Come vengono utilizzate queste unità? Dai un'occhiata alla nostra infografica per scoprirlo!
Vedi Infografica
Aquila
La costellazione Aquila. Secondo la mitologia greca, rappresenta l'aquila che portava i fulmini di Zeus.

Costellazioni autunnali

Il cielo autunnale dell'emisfero settentrionale è dominato dai personaggi dei miti greci: Cassiopea, Andromeda e Pegaso.

Cassiopea

Cassiopea è conosciuta per il suo asterismo a forma di "W" formato dalle cinque stelle più brillanti della costellazione: Segin, Ruchbah, Tsih, Schedar e Caph, tutte visibili a occhio nudo. La costellazione contiene anche una vasta varietà di oggetti del cielo profondo. I binocoli risolveranno gli ammassi stellari (M52, M103, NGC 457, NGC 663). Attraverso un telescopio, è possibile vedere diverse galassie (NGC 147, NGC 185, NGC 278) e la Nebulosa Pacman (NGC 281) – una nube di gas spaziale chiamata così in onore del personaggio dell'omonimo gioco.

7 Constellations Everyone Can Find
Scopri come trovare facilmente le stelle e le costellazioni famose nel cielo notturno. Scopri fatti interessanti su ciascuna delle costellazioni.
Vedi Infografica
Cassiopeia
La costellazione Cassiopeia. È associata alla regina Cassiopea, che ha irritato il dio del mare Poseidone con le sue vanterie ed è stata costretta a sacrificare sua figlia Andromeda a un mostro marino, Cetus.

Gli astronomi spesso danno il nome alle nebulose in base agli oggetti o ai personaggi che pensano assomiglino alla nebulosa. Ma a volte, il collegamento tra la forma della nebulosa e il suo nome non è ovvio. Puoi indovinare il nome della nebulosa dalla sua foto? Fai il nostro quiz e controlla!

Gli astronomi sono persone originali e spesso chiamano le cose in base alle loro strane idee. Vediamo quanto sei strambo: prova a indovinare il nome di una nebulosa semplicemente guardandola!
Fai il quiz!

Pegaso

Pegaso è una delle più grandi costellazioni (la 7a su 88). È facilmente riconoscibile per l'asterismo del Grande Quadrato di Pegaso in cui solo tre stelle – Scheat, Markab e Algenib – appartengono alla costellazione del Pegaso (Alpheratz fa parte della costellazione di Andromeda). Le stelle sono visibili a occhio nudo. Il miglior obiettivo per i binocoli nella costellazione è M15 o l'Ammasso di Pegaso.

Coloro che cercano un oggetto più impegnativo dovrebbero provare a trovare la galassia NGC 7814. Per trovare l'oggetto difficile nel cielo, digita il nome della galassia nella casella di ricerca di Sky Tonight e tocca l'icona blu del target. L'app mostrerà la sua posizione nel cielo notturno, quindi potrai facilmente puntare il tuo telescopio su di essa.

Pegasus
La costellazione Pegasus. È raffigurata come la parte anteriore di un cavallo alato. Secondo la mitologia greca, Pegaso nacque dal sangue di Medusa quando l'eroe Perseo le tagliò la testa.

Andromeda

Andromeda si trova tra Cassiopea e Pegaso. La sua stella più luminosa, Alpheratz, contrassegna l'angolo in alto a sinistra dell'asterismo del Grande Quadrato che si trova per lo più nella costellazione del Pegaso. Andromeda è anche nota per ospitare la Galassia di Andromeda (M31), visibile a occhio nudo in cieli scuri ed è la galassia più vicina alla nostra Via Lattea. Le altre galassie che puoi trovare all'interno della costellazione con l'aiuto di un telescopio sono M32, M110, NGC 404 e NGC 891.

Andromeda
La costellazione Andromeda. Rappresenta la principessa Andromeda incatenata a una roccia e lasciata per essere mangiata da un mostro marino, Cetus (non preoccupatevi, l'eroe Perseo è venuto a salvare la situazione e ha persino sposato Andromeda).

Costellazioni invernali

L'inverno nell'emisfero settentrionale è il momento migliore per osservare tre delle costellazioni più conosciute - Orione, Canis Major e Toro.

Orione

Orione è una delle costellazioni più riconoscibili e prominenti nel cielo, con il suo distintivo asterismo della Cintura di Orione che ne facilita l'individuazione. Oltre alle tre stelle che formano la Cintura (Alnitak, Alnilam e Mintaka), gli osservatori a occhio nudo possono vedere anche Rigel, Betelgeuse, Bellatrix e Saif - le stelle più luminose della costellazione che delimitano il corpo di Orione. La costellazione contiene anche molti curiosi oggetti del cielo profondo nel Complesso Molecolare di Orione. La Nebulosa di Orione (M42) è abbastanza luminosa da essere osservata a occhio nudo. La Nebulosa della Testa di Cavallo (IC 434), la Nebulosa De Mairan (M43), la nebulosa riflettente M78 e la Nebulosa della Fiamma (NGC 2024) possono essere trovate con l'uso di un telescopio.

Orion
La costellazione Orion. È associata al cacciatore Orion. Oltre alla famosa Cintura di Orione, la costellazione presenta anche tali asterismi come lo Scudo di Orione, la Spada di Orione e il Club di Orione.

Canis Major

Canis Major è una costellazione eccezionale perché contiene Sirius, la stella più brillante del cielo notturno. Uno degli oggetti notevoli del cielo profondo nella costellazione è l'Ammasso del Piccolo Alveare (M41), visibile anche a occhio nudo, a patto di avere un cielo scuro senza inquinamento luminoso. Gli interessanti bersagli per il telescopio sono la Nebulosa del Casco di Thor (NGC 2359) e le due galassie a spirale in collisione – NGC 2207 e IC 2163.

Canis Major
La costellazione Canis Major. Rappresenta Lealaps, il cane da caccia di Orione. Aveva la magica capacità di cacciare qualsiasi preda.

Taurus

L'asterismo a forma di V, dominato dalla brillante stella rossa Aldebaran, che segna l'occhio del Toro, rende Taurus una costellazione bellissima e facilmente identificabile. Taurus ospita i famosi ammassi stellari Pleiadi (M45) e Hyades (C 41), che sono tra gli oggetti più brillanti del cielo profondo: possono essere avvistati anche a occhio nudo. Con l'aiuto di un telescopio, è possibile trovare la Nebulosa del Granchio (M1).

Taurus
La costellazione Taurus. È una delle costellazioni più antiche conosciute. Fino al 15.000 a.C., i disegni sulle pareti nelle grotte di Lascaux raffiguravano Taurus insieme all'ammasso di stelle Pleiades.

Costellazioni primaverili

Il cielo primaverile nell'emisfero settentrionale offre una magnifica panoramica di meraviglie celesti, tra cui le costellazioni dello zodiaco Leone e Vergine, nonché l'iconica Ursa Major.

Leone

La costellazione del Leone può essere identificata dal distintivo modello di stelle a forma di "falce" che rappresenta la testa e le spalle del Leone. È formata dalle sei stelle luminose: Regolo (la stella più prominente della costellazione), η Leonis, Algieba, Adhafera, Rasalas, e Ras Elased Australis. Gli osservatori dotati di dispositivi ottici troveranno un gruppo di oggetti di Messier (M65, M66, M95, M96, M105) e galassie (NGC 3370, NGC 3628) all'interno della costellazione.

Leo
La costellazione Leo. Nella mitologia greca, era associata al Leone di Nemea. Le armi dei mortali non potevano danneggiare la sua pelliccia, quindi l'eroe Eracle dovette strangolare la bestia con le sue mani nude.

Vergine

La Vergine è la seconda costellazione più grande nel cielo nota per la sua stella brillante Spica. È anche notevole per essere la casa di molti oggetti di Messier, tra cui la Galassia Radio Virgo A (M87) e la Galassia Sombrero (M104), che rappresentano un buon bersaglio per un telescopio. Per ottenere un elenco completo, apri Sky Tonight, trova la costellazione della Vergine e tocca il suo nome. Nella scheda "Info", tocca il pulsante "+More" sotto l'immagine. Vedrai l'elenco degli oggetti relativi alla costellazione della Vergine. Tocca l'icona blu del target di fronte all'oggetto per vedere la sua posizione nel cielo.

Virgo
La costellazione Virgo. Era associata a Demetra, la dea dell'agricoltura, o Astrea, la dea della giustizia, che teneva le bilance (rappresentate dalla costellazione Libra) in mano.

Ursa Major

Ursa Major è circumpolare, il che significa che è visibile tutto l'anno, ma in primavera raggiunge il punto più alto nel cielo. Il Grande Carro è una caratteristica eccezionale della costellazione e uno degli asterismi più riconoscibili: puoi individuarlo facilmente a occhio nudo. È formato dalle stelle Benetnash (Alkaid), Mizar-Alcor, Alioth, Megrez, Dubhe, Merak e Phad (Phecda). Ursa Major contiene molti noti oggetti del cielo profondo. Le galassie Bode's Galaxy (M81) e Cigar Galaxy (M82) possono essere viste vicine attraverso i binocoli. La Nebulosa Gufo (M97) e la Galassia Girandola (M101) sono visibili attraverso un telescopio.

Ursa Major
La costellazione Ursa Major. Il Grande Carro è spesso visto come un orso o un cacciatore che insegue un orso attraverso il cielo. Tali miti sono comuni nel folklore delle culture di tutto il mondo, inclusi i greci, i romani, i nativi americani e gli indù.

Linea di fondo

Le costellazioni stagionali sono gruppi di stelle che sono meglio visibili nel cielo notturno durante stagioni specifiche. Nell'emisfero settentrionale, Cygnus, Lyra e Aquila possono essere osservate in estate. Cassiopeia, Pegasus e Andromeda si vedono meglio in autunno. Orion, Canis Major e Taurus dominano il cielo invernale. Leo, Virgo e Ursa Major risplendono più luminose in primavera. Ognuna di queste costellazioni rappresenta un buon obiettivo sia per gli astronomi dilettanti che per quelli esperti.

Il testo di credito:
Trustpilot