1. Iniziale
  2. Notizie astronomiche

Il primo volo suborbitale con equipaggio di Blue Origin

~4 min
Il primo volo suborbitale con equipaggio di Blue Origin

Cos'è il New Shepard di Blue Origin?

New Shepard è un lanciatore suborbitale riutilizzabile, dell'altezza di 16 metri, sviluppato per trasportare gli astronauti e fare ricerche sul carico utile, una volta oltrepassata la linea di Kármán, una linea immaginaria posta fra l'atmosfera terrestre e lo spazio esterno. Le parti principali che costituiscono il New Shepard sono una capsula pressurizzata per l'equipaggio, con spazio per sei astronauti, e un razzo di lancio (chiamato anche modulo di propulsione), entrambi i quali sono riutilizzabili.

Il New Shepard conduce i suoi voli autonomamente: non vi sono piloti a bordo. Presupponendo che i passeggeri siano adeguatamente addestrati sulle cose da fare in caso di emergenza, il rischio è identico a quello di volare con un razzo con pilota. Il veicolo per il turismo spaziale è dotato di un sistema di emergenza che può separare la capsula dei passeggeri da un razzo malfunzionante.

New Shepard è stato sviluppato da Blue Origin, un produttore aerospaziale e una società di servizi per voli suborbitali di proprietà di Jeff Bezos, come sistema commerciale per il turismo spaziale suborbitale. Il veicolo spaziale prende il nome da Alan Shepard, il secondo uomo ad andare nello spazio e il primo astronauta statunitense a farlo.

Volo del 20 luglio

Dal 2015, il New Shepard ha effettuato, con successo, 15 voli di prova, ma mai con dei passeggeri a bordo. La società spaziale di Jeff Bezos ha programmato la sua prima missione con passeggeri per il 20 luglio.

L'intero viaggio durerà solamente 11 minuti. Poco dopo il decollo, il razzo New Shepard si separerà dalla capsula e cadrà sulla Terra verticalmente su un terreno di cemento. Mentre la capsula raggiungerà l'altezza di 100 chilometri, i passeggeri avranno la sensazione di essere senza peso. Trascorreranno tre minuti in assenza di gravità e potranno slacciarsi le cinture e fluttuare nella cabina, godendosi la vista della Terra attraverso gli ampi finestrini della capsula. Dopo aver completato il viaggio nello spazio, la capsula atterrerà dolcemente con l'aiuto di un gruppo di paracaduti nel deserto del Texas occidentale, dove la attenderà il personale di recupero.

Il 20 luglio è una data memorabile nella storia dei voli spaziali. Nello stesso giorno del 1969, la prima missione con equipaggio, Apollo 11 della NASA, atterrò sulla Luna e Neil Armstrong e Buzz Aldrin divennero i primi esserei umani a mettere piede su un altro corpo celeste.

Chi volerà nello spazio sul primo volo con esseri umani del New Shepard?

  • L'equipaggio del primo volo con esseri umani del New Shepard include quattro turisti spaziali. Due di loro saranno il fondatore di Amazon e suo fratello: Jeff Bezos e Mark. "Fin da quando avevo cinque anni, sognavo di viaggiare nello spazio. Il 20 luglio prenderò parte a quest'avventura con mio fratello. L'avventura più importante con il mio migliore amico", ha scritto Bezos su Instagram il 7 giugno.

  • Un posto di questo volo è stato offerto al vincitore dell'asta di Blue Origin. L'asta, durata un mese, si è conclusa il 12 giugno, con un prezzo di chiusura di 28 milioni di $. Tuttavia, a causa di conflitti di date, l'offerente vincitore, che rimarrà anonimo, non si unirà ai fratelli Bezos nel volo. Il 15 luglio, Blue Origin ha annunciato che il diciottenne Oliver Daemen sarà il primo cliente pagante a fare un viaggio ai confini dello spazio sul primo volo umano di New Shepard.

  • Il 1° luglio, Jeff Bezos ha svelato il quarto passeggero a bordo del New Shepard: Wally Funk, un'aviatrice di 82 anni, diventata ospite d'onore in questo viaggio nello spazio. Funk iniziò la sua carriera come istruttrice di volo a Oklahoma City. Nel 1961, partecipò al programma Mercury 13, un gruppo composto da tredici donne pilota, candidate a diventare astronauti, che non erano mai andate nello spazio a causa del loro sesso. "Nessuno ha aspettato di più," ha dichiarato Bezos su Instagram.

Prima del volo, i turisti spaziali si sottoporranno a un addestramento di tre giorni: lavoreranno all'interno di una replica della capsula di New Shepard, imparando i protocolli e le procedure di emergenza per entrare ed uscire dalla navicella.

La corsa allo spazio dei miliardari entra nel vivo: il volo di Richard Branson

Oltre a Jeff Bezos, anche Elon Musk e Sir Richard Branson prendono parte alla corsa allo spazio. Tuttavia, i due miliardari competono in settori diversi del turismo spaziale. SpaceX di Musk è interessata, principalmente, al turismo orbitale, ovvero al lancio di voli con passeggeri privati nell'orbita più bassa della Terra. La società sta programmando il lancio di Inspiration4, la prima missione spaziale al mondo con soli civili nell'orbita terrestre, nel settembre del 2021. Nel frattempo, la rivale di Blue Origin di Bezos, Virgin Galactic di Branson, si sta preparando al turismo suborbitale, organizzando voli di breve durata ai confini dello spazio.

Al momento, Branson sta facendo meglio del suo rivale. Con lo scopo di battere Bezos nella corsa allo spazio, il fondatore di Virgin Galactic ha effettuato un volo suborbitale in qualità di passeggero di un equipaggio composto da sei passeggeri, inclusi due piloti, all'interno di VSS Unity, l'11 luglio. Questo è stato il primo volo a trasportare un equipaggio completo composto da due piloti e quattro specialisti delle missioni, fra cui Branson, che ha provato l'esperienza da astronauta come civile privato. Abbastanza sorprendentemente, il miliardario Elon Musk ha acquistato un biglietto per uno dei prossimi voli di Virgin Galactic. Branson, di contro, ha detto che potrebbe, un giorno, volare a bordo del Crew Dragon di SpaceX.

Tuttavia, Branson non ha volato così in alto come farà Bezos: mentre VSS Unity ha raggiunto un'altezza di 86 chilometri, New Shepard supererà i 100 chilometri. Inoltre, alcuni potrebbero anche affermare che Branson non sia mai andato nello spazio! Infatti, esiste una disputa nella comunità spaziale circa il confine fra l'atmosfera terrestre e il cosmo. Secondo la Fédération Aéronautique Internationale (FAI), la federazione internazionale per i record aeronautici e astronautici, la linea di Kármán si trova a 100 chilometri di altezza sopra il livello del mare. Tuttavia, alcune organizzazioni, come NASA e US Air Force, non riconoscono tale limite, definendolo a 80 chilometri di altezza sopra il livello del mare.

Grazie per aver letto questo articolo. Condividilo con i tuoi amici, se ti è piaciuto, e seguici sui social media per scoprire fatti curiosi sugli eventi astronomici importanti!

Il testo di credito:
Immagine di credito:Vito Technology, Inc.
Trustpilot
Star Walk 2 logo

Star Walk 2

Scarica su App Store
Get it su Google Play