Dovresti preoccuparti del fatto che un asteroide colpisca la Terra?

~6 min
Asteroid 2015 TB145 passing near Earth

Di tanto in tanto, i nostri media pubblicano decine di titoli spaventosi su rocce spaziali dirette verso il nostro pianeta. Ma esiste davvero una forte possibilità che un asteroide possa colpire la Terra nel prossimo futuro? In questo articolo, troverai le risposte alle domande più scottanti sugli asteroidi potenzialmente pericolosi.

Contenuti

Asteroide che passa vicino alla Terra nel 2023

L'asteroide 2023 BU, scoperto solo cinque giorni prima del suo incontro con la Terra, passerà vicino al nostro pianeta il 26 gennaio 2023. L'avvicinamento più prossimo avverrà alle 21:17 GMT. L'asteroide passerà a soli 3.500 km sopra la superficie terrestre, tra l'orbita terrestre bassa dove vola la ISS e l'orbita dove volano i satelliti geostazionari. Sebbene la maggior parte degli asteroidi passi oltre l'orbita della Luna (che si trova a 384.400 km o 238.855 miglia dalla Terra), questo asteroide passerà 100 volte più vicino a noi! Secondo la NASA, il diametro dell'asteroide è pari a 3,8-8,5 metri, ovvero circa la metà delle dimensioni del famoso meteorite di Chelyabinsk. Nonostante voli abbastanza vicino al nostro pianeta, l'asteroide non rappresenterà nessuna minaccia per la Terra: anche se entrasse nell'atmosfera, si spezzerebbe a circa 30 km dal suolo.

L'asteroide 2023 BU è stato scoperto dall'astronomo della Crimea Gennadiy Borisov. È famoso soprattutto per aver scoperto la prima cometa interstellare conosciuta, 2I/Borisov, nel 2019.

Puoi tracciare la posizione dell'asteroide 2023 BU usando l'app Sky Tonight. Tocca l'icona a forma di lente d'ingrandimento e digita "2023 BU" nella barra di ricerca. Quando l'asteroide appare nei risultati della ricerca, tocca l'icona a forma di bersaglio blu accanto al suo nome. Sky Tonight ti mostrerà la posizione attuale dell'asteroide nel cielo. La magnitudine visiva dell'asteroide sarà di circa 11,3, quindi potrai vederlo solo attraverso un grande telescopio. Se non possiedi un telescopio, potrai guardare l'incontro dell'asteroide con la Terra online: il Virtual Telescope Project lo mostrerà dal vivo il 26 gennaio, a partire dalle 19:15 GMT.

Puoi facilmente sapere se qualche asteroide sta per avvicinarsi al nostro pianeta. Apri il sito web del Minor Planet Center e cerca la lista Close Approaches nella parte in basso a destra della pagina principale. Essa include tutti gli asteroidi conosciuti che passeranno vicino alla Terra a distanza ravvicinata nei prossimi mesi. Oltre al nome dell'asteroide e alla data di avvicinamento, puoi conoscere le sue dimensioni (in metri) e la distanza alla quale passerà davanti alla Terra (in distanze lunari). La distanza lunare (LD) è la distanza media tra la Terra e la Luna che equivale a circa 400.000 chilometri.

Se sei interessato a un particolare asteroide, usa il Small-Body Database Browser della NASA JPL. Inserisci il nome o il numero dell'asteroide e otterrai ampie informazioni sulla sua orbita, sui parametri fisici e sulle circostanze della scoperta.

Cosa definisce un asteroide potenzialmente pericoloso?

Per essere classificato come potenzialmente pericoloso, un asteroide deve soddisfare due criteri principali.

In primo luogo, deve avere una distanza minima di intersezione dell'orbita (MOID) con la Terra di 0,05 AU o meno. Un asteroide con una tale orbita è in grado di avvicinarsi pericolosamente al nostro pianeta.

In secondo luogo, deve avere una magnitudine assoluta di 22.0 o meno. Gli asteroidi più piccoli di tale luminosità sono stimati tra i 110 e i 240 metri di grandezza: sono sufficientemente grandi per causare danni significativi in caso di impatto.

Il potenziale pericolo di un asteroide viene misurato utilizzando due scale: la Scala di Rischio di Impatto di Torino e la Scala di Rischio di Impatto Tecnico di Palermo. La Torino scale è usata per comunicare al grande pubblico il rischio potenziale di un futuro impatto di un asteroide. Su questa semplice scala, ad un oggetto viene assegnato un valore da 0 a 10 in base alla sua probabilità di collisione e all'energia cinetica della possibile collisione. La Palermo scale è una scala simile anche se più complessa, usata principalmente dagli astronomi professionisti.

Quanto deve essere grande un asteroide per causare danni?

Per rispondere a questa domanda, facciamo degli esempi.

  • Il Chicxulub impactor, che ha causato l'estinzione di massa sulla Terra 65 milioni di anni fa, aveva circa un diametro di 10 chilometri circa. Proprio questo asteroide ha probabilmente messo fine all'era dei dinosauri.
  • Il Tunguska impactor, che esplose in aria e schiacciò 80 milioni di alberi della foresta della taiga nel 1908, aveva un diametro di circa 100 metri. Questo è stato ed è ancora il più grande impatto di un asteroide nella storia registrata.
  • Infine, la meteora di Chelyabinsk che è entrata nell'atmosfera terrestre nel 2013, aveva un diametro di circa 20 metri. Questo asteroide non ha nemmeno raggiunto la superficie terrestre, ma l'esplosione che ha prodotto ha comunque danneggiato più di 7.000 edifici. Per saperne di più su questi tre famosi asteroidi, guarda il nostro video.

Puoi trarre tu stesso una conclusione. Anche delle rocce spaziali relativamente piccole, come la meteora di Chelyabinsk, possono causare danni a livello locale. Gli asteroidi più grandi di 1 chilometro possono avere effetti a livello mondiale, come ad esempio causare cambiamenti climatici a lungo termine.

Quanti asteroidi potenzialmente pericolosi ci sono?

A partire da gennaio 2023, gli astronomi hanno rilevato 2.324 asteroidi potenzialmente pericolosi, di cui 152 hanno un diametro superiore a 1 chilometro. Il più grande asteroide potenzialmente pericoloso conosciuto è (53319) 1999 JM8: si stima che abbia un diametro di circa 7 chilometri.

Vorremmo sottolineare che questi dati non implicano che tutti questi asteroidi alla fine colpiranno la Terra, ma solo che hanno il potenziale per farlo. Nessuno di questi asteroidi presenta un rischio sufficiente di impatto entro i prossimi 100 anni. È possibile trovare informazioni più particolari sul sito web della NASA CNEOS. C'è una tabella che riassume tutti i potenziali eventi di impatto futuri e fornisce valutazioni di rischio utilizzando le scale di Torino e Palermo.

Quanto è probabile che un asteroide colpisca la Terra?

E ora, per la domanda più importante di tutte: quali sono le probabilità che tu possa assistere all'impatto di un asteroide nel prossimo futuro? Secondo la NASA, asteroidi più grandi di 100 metri che possono causare danni a livello locale colpiscono la Terra circa ogni 10.000 anni. Le rocce spaziali più grandi di 1 chilometro che possono minacciare la vita sul nostro pianeta arrivano solo una volta ogni pochi milioni di anni.

In altre parole, la probabilità che tu venga danneggiato da un asteroide nel corso della tua vita è molto bassa. Nonostante ciò, è sempre bene essere preparati. Diamo un'occhiata alle misure che gli astronomi prendono per garantire la sicurezza della Terra.

Come possiamo individuare gli asteroidi vicini alla Terra?

Ci sono molti programmi che lavorano costantemente sul rilevamento di oggetti vicini alla Terra (NEO) - asteroidi e comete che passano vicino all'orbita terrestre. Ne citiamo solo alcuni.

Innanzitutto, c'è ATLAS - l'Asteroid Terrestrial-impact Last Alert System costruito alle Hawaii. È composto da due telescopi da 0,5 metri situati a 160 km di distanza l'uno dall'altro, che sorvegliano il cielo ogni notte serena. Tra gli altri NEO, ATLAS ha scoperto la famosa cometa ATLAS (C/2019 Y4 ATLAS).

Poi, c'è il Catalina Sky Survey (CSS) situato nelle montagne Catalina in Arizona, USA. Questo studio astronomico si concentra specificamente sul rilevamento di asteroidi potenzialmente pericolosi e sulla stima dei rischi di impatto.

Oltre ai telescopi a terra, c'è anche un telescopio spaziale che opera nell'orbita terrestre. Si chiama Near-Earth Object Wide-field Infrared Survey Explorer o NEOWISE. Attualmente, NEOWISE è alla ricerca di asteroidi che potrebbero entrare in collisione con la Terra.

Negli ultimi dieci anni, le indagini a terra e il telescopio spaziale della NASA hanno rilevato migliaia di oggetti vicini alla Terra e hanno dato un grande contributo alle nostre conoscenze sul monitoraggio di asteroidi e comete.

Come possiamo impedire che gli asteroidi colpiscano la Terra?

Quindi, cosa possiamo fare se c'è un asteroide diretto verso la Terra? La buona notizia è che abbiamo almeno un'idea plausibile su come deviarlo. La notizia meno buona è che avremo bisogno di molto tempo per prepararci.

Il Double Asteroid Redirection Test (DART) è stata la missione della NASA che ha testato le tecnologie per prevenire l'impatto di un asteroide. L'obiettivo della missione era l'asteroide Dimorphos, la piccola luna dell'asteroide binario Didymos vicino alla Terra. Nel settembre 2022, la navicella DART si è schiantata contro la piccola luna (che misura circa 160 metri), modificandone così la velocità e il periodo orbitale. Questa missione ha dimostrato che, in futuro, una pericolosa roccia spaziale potrà essere deviata.

Una tipica missione spaziale di questo tipo richiede diversi anni dall'approvazione al lancio. Questo significa che dobbiamo rilevare un asteroide pericoloso anni (anzi, meglio ancora un decennio) prima che si avvicini alla Terra se vogliamo costruire un veicolo spaziale per deviarlo in tempo. Ecco perché è così importante individuare il maggior numero possibile di oggetti vicini alla Terra e calcolare le loro orbite in anticipo.

Grazie per aver letto questo articolo! Se alcune delle tue domande sugli asteroidi potenzialmente pericolosi sono rimaste senza risposta, non esitare a formularle sui nostri social media. Ti auguriamo cieli sereni e felici osservazioni!

Il testo di credito:
Immagine di credito:Vito Technology, Inc.
Trustpilot