Che cos'è un equinozio? Dà inizio alla primavera e all'autunno?

~6 min
Che cos'è un equinozio? Dà inizio alla primavera e all'autunno?

Il 20 marzo 2022 vedremo l'equinozio che finalmente ci porta una nuova stagione. Per coloro che vivono nell'emisfero nord è l'inizio ufficiale della primavera, mentre è il primo giorno di autunno per coloro che abitano a sud. Come le stagioni dipendono da questo evento e cosa significa davvero equinozio — scoprilo in questo articolo.

Contenuti

In che modo l'equinozio causa le stagioni?

Come probabilmente saprai, l'asse di rotazione del nostro pianeta è inclinato di 23,5 gradi. Questo significa che l'emisfero nord e l'emisfero sud della Terra ricevono quantità disuguali di luce solare durante la maggior parte dell'anno. Quest'inclinazione dell'asse è il motivo per cui abbiamo le stagioni.

Tuttavia, due volte all'anno, durante i mesi di marzo e settembre, la Terra è posizionata in modo tale che nessuno dei suoi emisferi sia inclinato verso il Sole o nella direzione opposta. In questi frangenti, il Sole si trova direttamente sopra l'Equatore ed entrambi gli emisferi ricevono quantità quasi uguali di luce solare. Questo evento astronomico si chiama equinozio. Gli equinozi segnano il passaggio dall'inverno alla primavera e dall'estate all'autunno.

Cosa succede durante l'equinozio?

Durante un equinozio, gli abitanti della Terra percepiscono una durata del giorno e della notte quasi uguale, pari a circa dodici ore. Perché non sono esattamente dodici ore? In teoria, quando la Terra non è inclinata verso il Sole, il giorno e la notte dovrebbero avere la stessa durata. Tuttavia, il nostro pianeta ha un'atmosfera che rifrange la luce come un prisma. Quando si guarda il Sole che tramonta vicino all'orizzonte, la sua posizione reale è di circa 1,5 gradi più bassa di come appare all'occhio. La rifrazione atmosferica ritarda il tramonto, cosa che comporta una maggiore durata del giorno rispetto alla notte durante l'equinozio. In corrispondenza delle latitudini temperate, questa differenza equivale a circa otto minuti.

Un altro fenomeno interessante che si verifica durante un equinozio è il Sole che sorge a est e che tramonta a ovest. Questo vale per qualsiasi luogo sulla Terra, ad eccezione del Polo Nord e del Polo Sud, dove non esistono l'est e l'ovest. Ecco perché accade.

A prescindere da dove ti trovi, i punti verso est e verso ovest sull'orizzonte segnano l'intersezione dell'Equatore celeste con l'orizzonte. Il giorno di un equinozio, il Sole è posizionato proprio sull'Equatore celeste. Per questo motivo, il giorno dell'equinozio il Sole sorge verso est e tramonta verso ovest in tutto il globo. Quindi, se vuoi determinare dove si trovano l'est e l'ovest nel punto in cui ti trovi, il giorno dell'equinozio ti basterà uscire fuori e guardare il Sole sorgere e tramontare.

Quali sono le date degli equinozi?

Gli equinozi si verificano due volte all'anno. L'equinozio di Marzo può verificarsi in qualsiasi momento tra il 19 e il 21 marzo, mentre l'equinozio di settembre può verificarsi tra il 21 e il 24 settembre. A seconda della stagione, un equinozio viene chiamato o di primavera (o vernale) o d'autunno (o autunnale). Gli equinozi, così come le stagioni, sono invertiti nell'emisfero meridionale rispetto a come cadono nell'emisfero settentrionale.

Quando si verifica l'equinozio di primavera nel 2022?

Nell'emisfero settentrionale, il primo giorno di primavera viene segnato dall'equinozio di marzo. Nel 2022, esso si è verificato il 20 marzo alle 15:33 GMT. Nell'emisfero meridionale, la primavera inizia in corrispondenza dell'equinozio di settembre, che cade il 23 settembre alle 01:04 GMT.

Quando cade l'equinozio d'autunno del 2022?

Nell'emisfero settentrionale, il primo giorno di primavera è segnato dall'equinozio di settembre. Nel 2022, esso si verificherà il 23 settembre alle 01:04 GMT. A sud dell'Equatore, l'autunno cade in corrispondenza dell'equinozio di marzo, che si è verificato il 20 marzo alle 15:33 GMT.

Come si festeggia l'equinozio di marzo?

Fin dall'antichità, l'equinozio di primavera aveva un significato spirituale in quanto rappresentava il confine tra le stagioni, ed è ancora un giorno importante per noi. Ecco alcuni fatti che riguardano i festeggiamenti dell'equinozio di marzo:

  • La data annuale della Pasqua e della Pasqua ebraica è legata all'equinozio – la festa si celebra la prima domenica dopo la prima luna piena dopo l'equinozio di primavera.
  • I popoli antichi conoscevano gli equinozi da secoli. Ad esempio, la Piramide di Kukulcan, costruita dai Maya tra l'VIII e il XII secolo d.C., fu progettata per allinearsi perfettamente con il movimento del Sole. A ogni equinozio, le ombre proiettate dal Sole creavano l'illusione di un serpente gigante che strisciava giù per i gradini della piramide. I Maya credevano che fosse il dio Kukulkan con sembianze di serpente piumato.
  • Dei pagani moderni e turisti curiosi si riuniscono ogni anno a Stonehenge in Inghilterra per il primo giorno di primavera. Si dice che il monumento preistorico avesse una funzione di osservatorio celeste legato agli antichi rituali.
  • L'equinozio di marzo è una festa nazionale in Giappone, chiamata Shunbun No Hi. È il giorno in cui i giapponesi onorano i propri antenati, stanno a casa con le proprie famiglie e visitano le tombe dei propri parenti defunti.
  • Per le comunità dell'Asia centrale l'equinozio di marzo rappresenta il nuovo anno. La festa chiamata Nowruz (tradotto come "nuovo giorno" dal persiano) proviene dalla tradizione zoroastriana e può essere celebrata per un periodo fino a 13 giorni.
  • Anche la festa indiana di fama mondiale Holi è connessa all'equinozio di marzo. Si svolge appena prima della fine delle stagioni e unisce le persone in una grande festa colorata. La gente balla, canta e gioca con polveri colorate e questo è il momento preferito dai turisti per visitare l'India.

Puoi anche celebrare l'equinozio di primavera semplicemente notando i primi segni della primavera: uccelli che cantano, il sole che diventa più forte e notti calde in cui puoi goderti il cielo sopra di te utilizzando la nostra app di osservazione delle stelle Star Walk 2.

Domande frequenti

La primavera inizia il 1° marzo o in corrispondenza dell'equinozio?

La risposta dipende dalla definizione di "primavera" considerata. Secondo la definizione meteorologica, il primo giorno di primavera cade il 1° marzo. Dal punto di vista astronomico, la primavera comincia in corrispondenza dell'equinozio vernale, che cade intorno al 20 marzo. Lo stesso discorso vale per l'autunno, che meteorologicamente cade il 1° settembre, mentre astronomicamente comincia in corrispondenza dell'equinozio d'autunno, che si verifica intorno al 23 settembre.

Un equinozio cade lo stesso giorno ovunque?

In qualsiasi determinato anno, un equinozio si verifica nello stesso momento in tutto il globo. Tuttavia, per le persone che si trovano in fusi orari diversi, può verificarsi in giorni diversi.

Il giorno e la notte sono uguali durante l'equinozio?

Essi sono quasi uguali, ma il giorno dura leggermente di più rispetto alla notte il giorno di un equinozio, a causa della rifrazione atmosferica della luce del sole.

Un equinozio si allinea sempre con la luna piena?

Questi due eventi sono vicini, ma non è sempre un abbinamento perfetto. Quest'anno vedrai la Luna piena "Worm Moon" due giorni prima dell'equinozio di marzo.

Riesci a tenere un uovo in equilibrio durante l'equinozio di primavera?

La risposta breve è "Sì", ma non ha niente a che vedere con l'equinozio. Secondo un mito popolare, in corrispondenza dell'equinozio di primavera, è possibile tenere un uovo in piedi sulla sua estremità a causa dell'equilibrio gravitazionale tra la Terra e il Sole. In realtà, non avviene alcun cambiamento gravitazionale durante un equinozio che auterebbe un uovo a stare in equilibro. E non ce n'è nemmeno bisogno: si può provare questo trucco di bilanciamento dell'uovo in qualsiasi giorno dell'anno. Tutto ciò di cui si necessita è un po' di pazienza.

5 fatti interessanti sull'equinozio

Gli astronomi del mondo antico scelsero l'equinozio di primavera come punto zero per misurare i movimenti delle stelle e presto questa data entrò in uso. Già nelle note di Giulio Cesare vediamo che egli pianificò le sue incursioni marine considerando l'equinozio.

  • All'Equatore, nei giorni degli equinozi, il Sole si trova esattamente allo zenit a mezzogiorno. Se si poggia a terra un bastoncino verticale in questo momento, esso non genererà alcuna ombra.
  • La Terra non è l'unico pianeta ad avere gli equinozi. Infatti, ogni pianeta caratterizzato da un'inclinazione dell'asse assiste a questo fenomeno,
  • Ci sono quattro date astronomiche che segnano l'inizio di una nuova stagione. Conosciamo già le prime due – gli equinozi di settembre e di marzo. Altre due date sono i solstizi di giugno e dicembre - i momenti in cui sperimentiamo il maggior numero di ore di luce diurna (il solstizio di giugno) e il minor numero di ore di luce diurna (il solstizio di dicembre).
  • I tramonti più veloci sono sempre agli equinozi, sia che tu viva nell'emisfero nord che in quello sud. I tramonti e le albe più lenti, al contrario, avvengono intorno al periodo del solstizio. Il motivo è che al momento di un equinozio il Sole sorge da est e tramonta a ovest, quindi è il percorso più breve per scendere sotto l'orizzonte.

Speriamo tu abbia imparato qualcosa di nuovo sugli equinozi dal nostro articolo. Se hai delle domande, non esitare a porle sui nostri social media. Se desideri mettere alla prova le tue conoscenze astronomiche, fai il nostro quiz su equinozi e solstizi!

I due equinozi e i due solstizi segnano l'inizio delle stagioni astronomiche. Ma qual è la differenza tra un equinozio e un solstizio? E qual è la ragione per cui sulla Terra ci sono le stagioni? Partecipa a questo quiz per trovare le risposte a queste domande e scoprire fatti interessanti su equinozi e solstizi.
Fai il quiz!
Il testo di credito:
Immagine di credito:Vito Technology, Inc.
Trustpilot