Lo sciame meteorico delle Alfa Aurigidi

~3 min
Lo sciame meteorico delle Alfa Aurigidi

L'ultimo giorno di agosto ci entusiasmerà con uno dei più rari sciami meteorici. Leggete il nostro articolo sullo sciame meteorico delle Alfa Aurigidi, sulla campagna organizzata per questo speciale evento astronomico e su come osservarlo nel cielo.

Il fenomeno definito sciame meteorico si verifica quando l'orbita della Terra passa attraverso nubi di detriti o granelli di polvere lasciati da un corpo celeste, tipicamente una cometa. Le particelle di detriti penetrano nell'orbita ad alta velocità e si bruciano rapidamente nell'atmosfera. Gli sciami meteorici offrono una vista spettacolare agli osservatori della Terra e danno agli astronomi una perfetta opportunità di acquisire informazioni su una specifica.

Cosa sappiamo delle Alfa Aurigidi?

Le Alfa Aurigidi (206 AUR) formano uno sciame meteorico di media intensità e sono state scoperte da C. Hoffmeister e A. Teichgraeber la notte del 31 agosto 1935. Il loro radiante è situato nella costellazione dell'Auriga, vicino alla stella Alfa Aurigae (o Capella); il corpo celeste da cui ha avuto origine lo sciame meteorico è la cometa C/1911 N1 Kiess. L’attività di 206 AUR va dal 28 agosto al 5 settembre, con un picco il 31 agosto.

Nell'emisfero settentrionale, questo sciame meteorico sarà visibile in direzione nord-est, a tarda notte, verso le 23:00. Nell'emisfero australe, le Alfa Aurigidi possono essere osservate da circa le 3:00 vicino all'orizzonte. Avrete solo un paio d'ore di tempo per osservarle, a causa del sorgere del Sole, il quale nasconderà le "stelle cadenti". Verificate a che ora il Sole sorgerà nella vostra posizione con Star Walk 2.

Uno dei più rari sciami meteorici

Gli sciami meteorici sono degli eventi annuali facilmente prevedibili. Perché in questo caso definiamo quello delle Aurigidi uno degli "sciami meteorici più rari"? Solitamente, l'attività di uno sciame meteorico è variabile e dipende da diversi fattori, uno dei quali è il periodo orbitale del corpo celeste da cui ha origine intorno al Sole. Lo sciame meteorico delle Aurigidi ha origine da una cometa con un lungo periodo orbitale, transitata vicino alla Terra circa 2000 anni fa. In confronto, il periodo orbitale della cometa madre delle famose Perseidi è di 133 anni.

Nel 1935, questo sciame meteorico fu scoperto a causa della sua elevata attività e degli schizzi luminosi che produceva nella volta celeste. Settantadue anni dopo, nel 2007, la più alta frequenza delle Aurigidi è stata di oltre 100 meteore all'ora. Secondo l'Agenzia spaziale europea, la scia di polvere lasciata dalla cometa Kiess non sarà più attraversata in questo modo per i prossimi 70 anni. Oggi, in condizioni di eccellenti condizioni di visibilità, possiamo prevedere che questo sciame meteorico produrrà solo circa 6 meteore all'ora al picco della sua attività (stelle visibili fino a magnitudine 6,5). La frequenza reale è quasi sempre inferiore e diminuisce man mano che il radiante si avvicina all'orizzonte.

La campagna di osservazione

Negli anni 1935, 1986 e 1994 le Aurigidi generarono improvvisi picchi di attività; c'è la possibilità che ve ne siano stati altri, ma che a causa della mancanza di osservazioni su base regolare non siano stati notati. Nel 2007, il Centro di ricerca Ames della NASA e l'Istituto SETI hanno organizzato una campagna di osservazione aerea denominata Aurigidi Multi-instrument Aircraft Campaign (Aurigidi MAC). A questa campagna hanno collaborato 24 scienziati di diversi paesi ed è durata dal 30 agosto al 2 settembre.

Per condurre questa campagna sono stati utilizzati metodi di osservazione visiva, a triangolazione e spettroscopica. Sebbene il picco non fosse apparso nei cieli delle Hawaii, la campagna aviotrasportata registrò una frequenza oraria di 40 meteore all'ora e furono acquisite centinaia di segnalazioni di meteoroidi in Nord America e Scandinavia.

Vi sono piaciute queste informazioni sugli sciami meteorici? Partecipate al nostro quiz "Space Rocks" per verificare ciò che conoscete sull’astronomia e apprendere fatti ancora più interessanti relativi a meteore e corpi celesti!

Seguiteci sui social media per rimanere aggiornati in merito a eventi ancora più astronomici meritevoli della vostra attenzione.

Il testo di credito:
Immagine di credito:Vito Technology

Star Walk 2

Star Walk 2 logo
Scarica su App Store
Get it su Google Play