Qual è la differenza tra crepuscolo, tramonto e alba?

~5 min
Qual è la differenza tra crepuscolo, tramonto e alba?

Sebbene usiamo spesso i termini "crepuscolo", "tramonto" e "alba" in modo intercambiabile, ciascuno dei termini ha una definizione astronomica esatta. Inoltre, ci sono tre diversi tipi di crepuscolo, tramonto e alba. Affrontiamo questi termini una volta per tutte, inclusa la spiegazione dell'inquinamento luminoso!

Contenuti

Definizione di crepuscolo

Il crepuscolo è un momento della giornata in cui il Sole è sotto l'orizzonte e non è visibile direttamente, ma illumina parzialmente il cielo. Possiamo vedere il crepuscolo perché la Terra ha un'atmosfera, dove la luce si disperde parzialmente e illumina il nostro pianeta anche quando il Sole non c'è più.

Tipi di crepuscolo

Esistono tre tipi di crepuscolo: civile, nautico e astronomico. Si susseguono e si verificano nello stesso ordine in tutta la Terra; i tipi di crepuscolo variano a seconda della posizione centrale del Sole sotto l'orizzonte:

  • Crepuscolo civile: 0–6°
  • Crepuscolo nautico: 6–12°
  • Crepuscolo astronomico: 12–18°

Il tempo dopo il crepuscolo astronomico quando il Sole scende di 18° o più in basso sotto l'orizzonte è chiamato notte.

Quanto dura il crepuscolo?

La durata del crepuscolo dipende dalla latitudine, dal periodo dell'anno e dalle condizioni meteorologiche. Il crepuscolo più breve si osserva all'equatore, dove l'oscurità si verifica 24 minuti dopo il tramonto, mentre quello più lungo può durare circa sei settimane ai poli.

Differenze tra crepuscolo, tramonto e alba

Il tramonto e l'alba si verificano quando il centro del Sole si trova nel punto esatto sotto l'orizzonte; il crepuscolo si verifica tra questi punti. Ad esempio, quando il Sole è esattamente 18° sotto l'orizzonte, si parla di crepuscolo astronomico (o alba), ma l'intervallo da 12° a 18° è il crepuscolo astronomico.

Insieme al crepuscolo, ci sono tre tipi di tramonto e alba. Ecco quanto è basso sotto l'orizzonte il centro del Sole durante ogni fase:

  • Tramonto/Alba civile: 6°
  • Tramonto/Alba nautico/a: 12°
  • Tramonto/Alba astronomico/a: 18°

Tempi del crepuscolo astronomico

La durata del crepuscolo differisce in luoghi diversi, quindi non esiste un tempo universale per questo. Ma come si fa a calcolare l'ora del crepuscolo astronomico? Utilizza un sito web o un'app. Ad esempio, Ora e data fornisce informazioni dettagliate su alba e tramonto per la tua posizione.

Ci sono diversi strumenti come Photopills, Sun Surveyor o the Photographer's Ephemeris, quando si tratta di app. Saranno particolarmente utili per i fotografi in termini di pianificazione e visualizzazione delle immagini. Tra le nostre app, troverai anche un comodo pianificatore per chi scatta foto all'aperto: Ephemeris. Questa app mostra gli orari esatti per il crepuscolo civile, nautico e astronomico, calcola l'ora e la durata delle ore d'oro e blu, contiene informazioni dettagliate sulla visibilità della Via Lattea e altro ancora.

Cosa posso fotografare al crepuscolo?

Crepuscolo civile

Il crepuscolo civile è la fase più luminosa; la maggior parte delle persone si riferisce a questo tipo quando si parla di crepuscolo. Inizia subito prima dell'alba o dopo il tramonto, quando il sole è appena sotto l'orizzonte. L'orizzonte dovrebbe vedersi bene durante questo periodo e solo le stelle e i pianeti più luminosi sono visibili. Le leggi in molti paesi richiedono l'accensione dei lampioni stradali e dei fari delle auto durante questa fase.

Subito dopo il tramonto, il cielo è molto luminoso e pieno di colori vividi. Prova a catturare l'inizio del crepuscolo civile la sera e scatta alcune foto di paesaggi per rivelare diverse sfumature del cielo.

Crepuscolo nautico

Il crepuscolo nautico è la seconda fase in cui l'orizzonte diventa difficile da distinguere. Il termine stesso deriva dai tempi in cui i marinai usavano le stelle per navigare in mare. Durante il crepuscolo nautico, molte delle stelle sono visibili, rendendo possibile la navigazione in base alla posizione delle stelle.

Le luci artificiali illuminano completamente le città durante questo intervallo, quindi va bene per la fotografia urbana. Ma se se parliamo di astrofotografia, considera di catturare la Luna piena all'orizzonte. Puoi creare una bella sagoma sullo sfondo della Luna.

Crepuscolo astronomico

Quando l'oscurità è quasi completa e l'orizzonte non è distinguibile, significa che il crepuscolo astronomico è qui. La Via Lattea inizia ad apparire e le stelle e i pianeti più deboli possono essere osservati ad occhio nudo a meno che la Luna non illumini il cielo. Tuttavia, galassie, nebulose e ammassi globulari richiedono la completa oscurità quando il Sole si trova a più di 18° sotto l'orizzonte.

Questo è il momento perfetto per fotografare e osservare gli oggetti celesti. Se la Via Lattea è visibile nel luogo in cui ti trovi (controlla con Ephemeris per il suo tempo di visibilità), prova a catturare anche questa galassia mozzafiato.

Cosa intendono gli astronomi per inquinamento luminoso?

In generale, per inquinamento luminoso si intende luce artificiale eccessiva o indesiderata. Gli esempi più comuni sono:

  • illuminazione stradale;
  • luci delle auto;
  • grattacieli;
  • cartelloni pubblicitari.

Ci sono vari effetti negativi dovuti all'inquinamento luminoso; in termini di osservazioni astronomiche, il problema principale è la riduzione della visibilità degli oggetti celesti. Si riesce a malapena a vedere le stelle più luminose nel mezzo di una città, per non parlare delle intere costellazioni o pianeti. Immagina solo che la Via Lattea non sia più visibile a più di un terzo della popolazione mondiale a causa dell'illuminazione artificiale!

Questo è il motivo per cui le guide per osservare le stelle consigliano attivamente di allontanarsi il più possibile dalle luci della città per osservazioni migliori: un cielo tipico della città è fino a 10 volte più luminoso rispetto allo sfondo naturale a mezzanotte.

Sebbene "inquinamento luminoso" sia un termine generale, c'è una ragione esatta dietro la riduzione della visibilità del cielo notturno: si chiama "bagliore del cielo", ovvero una luce diretta verso l'alto proveniente da apparecchi di illuminazione mal progettati e direzionati in modo errato che brilla nel cielo**. Questa luce viene dispersa e riflessa da particelle solide o liquide nell'atmosfera e poi ritorna ai nostri occhi, cancellando la nostra visione del cielo notturno. L'effetto del bagliore del cielo non è necessariamente localizzato; può essere osservato anche lontano dalla fonte primaria.

Riassumiamo: il crepuscolo è un intervallo, il tramonto e l'alba sono momenti. Il crepuscolo civile non è il momento migliore per le osservazioni del cielo notturno, ma molte stelle diventano visibili durante il crepuscolo nautico. L'opzione migliore è iniziare a cercare le stelle e i pianeti durante il crepuscolo astronomico e continuare a cercare oggetti del cielo profondo di notte. E trova un posto senza inquinamento luminoso, altrimenti sarai in grado di vedere solo la Luna e le stelle più luminose.

Le nostre app per osservare le stelle ti guideranno attraverso il cielo notturno, quindi non dimenticare di procurarti quella che di adatta di più alle tue esigenze. Inoltre, usa sempre la modalità notturna: ti permetterà di avere la tua visione notturna.

Ti auguriamo cieli sereni e felici osservazioni!

Il testo di credito:
Immagine di credito:NASA