I 10 Eventi Celesti Da Non Perdere Assolutamente Nel 2023

~4 min
Best Events 2023

Nel 2023 assisteremo al passaggio di una cometa particolarmente brillante, ad una rara eclissi solare ibrida ed ad altri eventi astronomici unici. Leggi il nostro articolo, e segnati sul calendario le notti sotto riportate per non perdere l'occasione di fare astro-osservazioni uniche!

Contenuti

4 gennaio: picco dello sciame meteorico delle Quadrantidi

L’anno inizia con il picco della pioggia meteorica delle Quadrantidi, uno degli sciami meteorici più prolifici dell’anno: il tasso orario varia tra le 60 e le 200 meteore e non è da escludere che possano essere visibili anche dei bolidi. Sfortunatamente, quest’anno il picco avviene a soli due giorni di distanza dalla Luna piena, il che ci porta a suggerirvi di iniziare le osservazioni al mattino, tra il tramonto della Luna ed il sorgere del Sole: in questo modo avrete a disposizione un paio d’ore per l’osservazione del cielo, senza che il disco lunare illuminato al 92% vi disturbi col suo bagliore. Nell’emisfero boreale, il radiante è sempre alto nel cielo; mentre spostandosi verso sud, esso si troverà sopra l’orizzonte durante il giorno.

1 febbraio: la cometa C/2022 E3 (ZTF) più splendente che mai

Attorno alla fine di gennaio 2023, la cometa C/2022 E3 (ZTF) passerà il perielio, e l’1 febbraio raggiungerà il punto della sua orbita più vicino alla Terra: questo sarà il giorno migliore per le osservazioni perché sarà quello in cui la cometa sarà più splendente. Al momento, la cometa C/2022 E3 (ZTF) può essere osservata solo tramite un telescopio, ma diventerà sempre più luminosa e, verso l’inizio di febbraio, sarà abbastanza brillante da essere visibile anche tramite un binocolo o, secondo le più rosee previsioni, anche ad occhio nudo. Questa sarà l’unica cometa a brillare così, quest’anno, quindi non perdetela!

20 aprile: eclissi solare ibrida

Questo aprile, ci sarà la possibilità di osservare una rara eclissi solare ibrida totale/anulare, ossia un’eclissi che cambia aspetto mano a mano che l’ombra della Luna si sposta sulla superficie terrestre. Le eclissi di questo tipo non sono frequenti, basti pensare che in questo secolo se ne verificheranno solamente 7. Le eclissi ibride, nella maggior parte dei casi, iniziano come anulari, divengono totali e poi ritornano anulari; e i fortunati osservatori stanziati in Australia, Indonesia e la parte est dell’Isola di Timor potranno godersi questo spettacolo, mentre le regioni circostanti potranno ammirare un’eclissi solare parziale.

Elenco di 5 eclissi lunari e solari imminenti: date, tempistiche e mappe di visibilità. Controlla se le vedrai dalla tua posizione!
Vedi Infografica

17 maggio: occultazione lunare di Giove

Le occultazioni lunari sono un fenomeno raro da osservare, dato che sono visibili solo da aree del globo molto circoscritte. Questa volta, l’insolito evento celeste sarà visibile da parte delle Americhe e dall’Europa: gli osservatori vedranno il disco lunare, quasi totalmente invisibile, passare davanti a Giove, nascondendo il luminoso pianeta per oltre un’ora. Il resto del mondo, invece, vedrà una sottile ma luminosa falce lunare splendere molto vicino a questo pianeta. La prossima volta che potremo apprezzare un’occultazione lunare di Giove sarà nel 2026, quindi sarà meglio cogliere l’occasione quest’anno.

13 agosto: picco dello sciame meteorico delle Perseidi

La pioggia meteorica delle Perseidi è una delle più conosciute e una delle più prolifiche dell’anno: può dare origine fino a 100 meteore all’ora. Quest’anno, il picco delle Perseidi avverrà due giorni prima della Luna nuova, quindi le condizioni di osservazione sono favorevoli. Questo sciame meteorico sarà visibile principalmente dall’emisfero boreale, dove il radiante si troverà sempre al di sopra dell’orizzonte.

27 agosto: Saturno in opposizione

Una volta all’anno, la Terra passa tra Saturno ed il Sole, cosicché il pianeta con gli anelli si trovi dalla parte opposta della Terra rispetto alla nostra stella e quando il Sole tramonta ad ovest, Saturno sorge ad est. In questo periodo, il pianeta apparirà più grande e più luminoso del solito, e sarà il momento migliore per osservarlo: attraverso un binocolo, Saturno apparirà come una macchietta piatta con una forma ovale, mentre un telescopio ne farà apprezzare gli anelli. Troverete Saturno brillare in tutto il suo splendore, con una magnitudine di 0,4, nella costellazione dell’Acquario.

31 agosto: la Luna piena più grande del 2023

La Superluna che si verificherà il 31 agosto 2023 sarà più vicina alla Terra delle altre Lune piene di quest’anno, e sarà la più grande e la più spettacolare di tale periodo; inoltre, sarà una Luna Blu, o la seconda Luna piena in un mese di calendario, ma si tenga a mente che il nome non ha niente a che vedere con l’effettivo colore assunto dal nostro satellite naturale. Non dimenticate di fare una passeggiata al chiaro di luna e di leggere il nostro articolo per scoprire come distinguere una Superluna da una Luna piena normale.

14 ottobre: L’Anello di Fuoco o l’eclissi solare anulare

Un’altra eclissi solare sarà osservabile nel continente americano, sia nella parte nord che in quella sud. Gli osservatori dagli Stati Uniti, Messico, Belise, Honduras, Nicaragua, Panama, Colombia e Brasile vedranno un “anello di fuoco”, ossia la parte del disco solare non coperta dalla Luna che “avvolge” il nostro satellite naturale; il resto dell’emisfero occidentale, invece, potrà ammirare un’eclissi parziale. La prossima eclissi solare di questo tipo si verificherà tra un anno e sarà visibile dal Cile e dall’Argentina.

3 novembre: Giove in opposizione

Essendo il terzo oggetto più luminoso nel cielo notturno dopo la Luna e Venere, Giove è già ben visibile e facilmente individuabile in condizioni normali. Il 3 novembre 2023, esso raggiungerà l’opposizione, diventando ancora più brillante e acquisendo la massima luminosità dell’anno, avendo una magnitudine apparente di -2,9 e trovandosi nella costellazione dell’Ariete. Il pianeta può essere osservato ad occhio nudo, ma con un binocolo o un telescopio si possono vedere le Lune galileiane che lo orbitano.

14 dicembre: picco dello sciame meteorico delle Geminidi

Le luminose geminidi sono la pioggia meteorica più prolifica e consistente dell’anno, nota anche per dare origine fino a 150 meteore di colori diversi in un’ora. Questo spettacolo può essere ammirato da entrambi gli emisferi: gli astro-osservatori nell’emisfero boreale possono iniziare le osservazioni la sera; mentre quelli dell’emisfero australe dovranno aspettare un po’ di più, dato che per loro il radiante sorgerà solamente dopo mezzanotte.

In conclusione: Adesso sapete quali eventi celesti tenere d’occhio nel 2023. Seguiteci sui social media e controllate i nostri calendari astronomici nelle app Star Walk 2 e Sky Tonight per non perderne neanche uno!

Vi auguriamo cieli sereni e buone osservazioni!

Il testo di credito:
Immagine di credito:Vito Technology, Inc.
Trustpilot