Lune galileiane: le quattro lune più grandi di Giove

~4 min
Lune galileiane: le quattro lune più grandi di Giove

Essendo il pianeta più grande del Sistema solare, Giove ha il secondo maggior numero di lune. Le prime quattro (le lune Galileiane) sono state scoperte oltre 400 anni fa. Qual è la più grande del Sistema solare e qual è potenzialmente abitabile? Scopriamolo.

Contenuti

Quante lune ha Giove?

Fino ad oggi, sono state scoperte 79 lune di Giove; gli astronomi potrebbero scoprirne altre in futuro. Solamente a 53 lune è stato dato un nome. In prevalenza sono piccole, con un diametro inferiore ai 10 km, e sono state scoperte tra il 1970 e il 1990 da moderne sonde automatiche. Tuttavia, i primi quattro satelliti di Giove furono scoperti per la prima volta nel 17° secolo con un telescopio artigianale.

Chi scoprì le quattro lune più grandi di Giove?

Le quattro più grandi furono scoperte nel 1610 dall'astronomo italiano Galileo Galilei: ecco perché sono chiamate anche lune Galileiane. All'inizio, Galileo non riusciva a distinguere Io da Europa e osservò tre oggetti invece di quattro. Inoltre, le scambiò per stelle fisse. Solo più tardi si accorse che non erano ferme ma in orbita attorno a Giove.

La scoperta di Galileo fu rivoluzionaria. Rivelò che non tutti i corpi celesti ruotano intorno alla Terra, contrariamente alla teoria geocentrica usata all'epoca. Inoltre, dimostrò l'importanza di un telescopio per le osservazioni astronomiche: Galileo poté vedere i satelliti gioviani solo quando migliorò la progettazione del suo telescopio artigianale.

Inizialmente, Galileo chiamò le lune "stelle di Cosimo" (in seguito "stelle medicee") in onore del suo mecenate Cosimo Medici. Nei suoi quaderni, si riferiva alle lune come Giove I (Io), Giove II (Europa), Giove III (Ganimede) e Giove IV (Callisto). I nomi che usiamo ora sono stati scelti dall'astronomo Simon Marius, che scoprì le lune quasi contemporaneamente a Galileo e decise di dargli il nome di personaggi mitologici greci. Vediamo quali lune sono state viste per la prima volta vicino a Giove.

Io: la “pizza ammuffita”

  • Massa: 0,015 pianeti Terra
  • Diametro: 3660 km
  • Circonferenza equatoriale: 11.445,5 km
  • Velocità orbitale: 17,334 km/s
  • Temperatura superficiale: da -183 °C a -143 °C (da -297 °F a -225 °F)
  • Magnitudine apparente: 5,02
  • Prende il nome da: sacerdotessa di Era, amante di Zeus

Quando gli scienziati della Voyager videro Io per la prima volta, lo descrissero come "pizza ammuffita". Cosa causa l'insolito aspetto di questa luna? Io è l'oggetto geologicamente più attivo del Sistema Solare – ospita più di 400 vulcani. La superficie di silicato di Io è ricoperta di anidride solforosa congelata, da macchie scure di vulcani in eruzione e da colate laviche. Ecco perché su Io vediamo macchie nere, bianche, arancioni, gialle e verdi.

Europa: mondo potenzialmente abitabile

  • Massa: 0,008 pianeti Terra
  • Diametro: 3122 km
  • Circonferenza equatoriale: 9807 km
  • Velocità orbitale: 13.743,36 m/s
  • **Temperatura superficiale: da -223 °C a -148 °C (da -369 °F a -234 °F)
  • Magnitudine apparente: 5,29
  • Prende il nome da: nobildonna fenicia, amante di Zeus

Europa è la luna galileiana più piccola e più liscia. È notevole per avere potenzialmente un oceano d'acqua sotto la sua copertura ghiacciata spessa 15 chilometri. Se è vero, questo oceano può contenere il doppio dell'acqua liquida di tutti gli oceani della Terra messi insieme. Ancora più importante, potrebbe avere condizioni adatte per l'evoluzione della vita extraterrestre, rendendo Europa un buon oggetto di studio per gli astrobiologi.

Ganimede: la luna più grande del Sistema Solare

  • Massa: 0,025 pianeti Terra
  • Diametro: 5268 km
  • Circonferenza equatoriale: 16.532 km
  • Velocità orbitale: 10,880 km/s
  • Temperatura superficiale: da -203 °C a -121 °C (da -333 °F a -186 °F)
  • Magnitudine apparente: 4,61
  • Prende il nome da: coppiera di Zeus

Ganimede sembra simile alla Luna della Terra, ma è 1,5 volte più grande (apparirebbe così se Ganimede orbitasse attorno alla Terra). È grande abbastanza da essere l'unica luna con un proprio campo magnetico. Si pensa anche che Ganimede abbia un oceano sotterraneo salato, il che potrebbe significare che la luna ospita organismi viventi.

Callisto: il Valhalla è qui

  • Massa: 0,018 pianeti Terra
  • Diametro: 4821 km
  • Circonferenza equatoriale: 15.144 km
  • Velocità orbitale: 8,204 km/s
  • Temperatura superficiale: da -193 °C a -108 °C (da -315 °F a -162 °F)
  • Magnitudine apparente: 5,65
  • Prende il nome da: una ninfa, amante di Zeus

Callisto è l'oggetto più pesantemente craterizzato del Sistema Solare. Uno dei crateri più grandi prende il nome dal Valhalla, la maestosa sala dell'aldilà dove riposano i guerrieri morti. Callisto è stato considerato "noioso", in quanto non mostrava alcuna attività vulcanica o tettonica. Ma negli anni '90, i dati raccolti dal veicolo spaziale della NASA hanno rivelato che potrebbe esserci un oceano sotto la sua superficie. Da allora, Callisto è anche nella lista dei mondi potenzialmente abitabili.

Domande frequenti

Perché Giove ha così tante lune?

Giove è gigantesco: è il doppio di tutti gli altri pianeti del Sistema Solare messi insieme. Pertanto, il suo campo gravitazionale è abbastanza forte da attirare fino a 79 lune.

Si riescono a vedere le lune di Giove?

Sì, ma sono quasi impossibili da individuare a occhio nudo. Meglio usare binocoli moderni che sono otticamente superiori al telescopio artigianale di Galileo. Per trovarle tramite l'app Sky Tonight, devi zoomare su Giove. Se i satelliti non sono visibili, apri il pannello delle impostazioni rapide nella parte inferiore dello schermo e regola il filtro di magnitudine apparente.

Le lune di Giove hanno un'atmosfera?

Io ha un'atmosfera costituita principalmente da anidride solforosa. L'atmosfera di Callisto è composta da anidride carbonica. Sia Europa che Ganimede hanno un'atmosfera composta da ossigeno, ma è troppo tenue per permettere la nostra respirazione.

Possiamo colonizzare le lune di Giove?

Il sistema gioviano, in generale, non è ideale per la colonizzazione, soprattutto a causa del suo ambiente caratterizzato da forti radiazioni. Ad esempio, trascorrendo alcuni giorni su Europa, si riceve una dose letale di radiazioni. Tuttavia, tra tutte le lune di Giove, Callisto è la meno colpita dalle radiazioni ed è considerata il luogo più probabile per la costruzione di una base umana.

L'acqua su Europa è potabile?

Nessuno l'ha ancora bevuta, ma molto probabilmente ha lo stesso gusto dell'acqua degli oceani della Terra a causa delle reazioni chimiche con la roccia. Sfortunatamente, questo significa che è troppo salata da bere.

Il testo di credito:
Immagine di credito:Vito Technology, Inc.
Trustpilot