L'equinozio d'autunno

~3 min
L'equinozio d'autunno

Mentre nell'emisfero settentrionale è in arrivo l'autunno astronomico, quello meridionale è pronto per la primavera. In questo articolo scoprirai le differenze tra l'autunno astronomico e meteorologico, insieme ad altre curiosità su questo evento astronomico.

Cos'è un equinozio?

Il nome "equinozio" deriva dai termini latini "aequus" (uguale) e "nox" (notte), che forniscono una definizione piuttosto precisa dell'evento. Il Sole illumina maggiormente l'emisfero meridionale o settentrionale a causa dell'inclinazione della Terra sul suo asse. Tuttavia, due volte all'anno, il Sole brilla allo stesso modo su entrambi gli emisferi. Questo fenomeno è chiamato equinozio.

Si verifica quando il Sole si trova esattamente sopra all'equatore terrestre. La linea di demarcazione tra le aree illuminate e quelle in ombra (chiamata terminatore) diventa verticale e attraversa i poli nord e sud del pianeta. Durante un equinozio, sulla Terra la durata delle ore di luce e di buio è all'incirca identica.

Quest'anno l'equinozio d'autunno (o equinozio di settembre) si verificherà il 22 settembre alle 13:31 UTC. Abbiamo preparato per te un divertente ed educativo quiz su equinozi e solstizi. Cimentati subito con le domande oppure aspetta di aver letto tutto l'articolo. Scopri se conosci le differenze tra questi due eventi astronomici!

Curiosità

Ecco alcuni fatti degni di nota riguardo a questo evento astronomico che si verifica tutti gli anni:

  • Gli equinozi causano interruzioni nei segnali dei satelliti geostazionari. Durante gli equinozi, il Sole passa direttamente dietro i satelliti terrestri e le radiazioni si sovrappongono pesantemente ai segnali radio. Questo è il motivo per cui, in India, le borse valori sono chiuse per diverse ore in concomitanza con l'evento. Le persone comuni possono sperimentare la perdita dei segnali TV o radio.
  • Il giorno dell'equinozio, il Sole sorge precisamente a est e tramonta altrettanto rigorosamente a ovest.
  • Gli equinozi si verificano su qualsiasi pianeta caratterizzato da un asse di rotazione inclinato. Ad esempio, su Saturno l'equinozio avviene ogni 15 anni, poiché il pianeta impiega quasi 30 anni per compiere la sua orbita intorno al Sole. L'ultimo equinozio di Saturno si è verificato l'11 agosto 2009 e il prossimo avrà luogo il 6 maggio 2025.

Quando inizia l'autunno?

Esistono tre definizioni principali dell'inizio dell'autunno: astronomico, meteorologico e fenologico.

Definizione astronomica

In astronomia, tutte e quattro le stagioni iniziano in concomitanza con gli equinozi e i solstizi. Ad esempio, nell'emisfero settentrionale l'equinozio di settembre indica il primo giorno d'autunno, mentre nell'emisfero australe segna l'inizio della primavera. L'autunno astronomico nell'emisfero settentrionale dura fino al solstizio d'inverno, che rappresenta l'inizio della stagione più fredda.

Definizione meteorologica

I meteorologi, al contrario, dividono l'anno in quattro stagioni di tre mesi ciascuna, sulla base delle temperature medie mensili; l'estate è la stagione più calda e l'inverno quella più fredda. Secondo questa definizione, nell'emisfero settentrionale l'autunno inizia il 1° settembre e termina il 30 novembre. Nell'emisfero australe, invece, la stagione autunnale va dal 1° marzo al 31 maggio.

Definizione fenologica

La terza definizione si basa su indicatori fenologici. Tra di essi troviamo una serie di segnali ecologici e biologici, come gli alberi che perdono le foglie e la migrazione degli uccelli verso i Paesi più caldi. Naturalmente il meteo e il clima influenzano questi eventi e, riguardo a questa definizione, in futuro le stagioni potrebbero slittare a causa dei cambiamenti climatici.

Se hai qualche suggerimento per i nostri prossimi articoli, inviaci un messaggio sui social media: saremo lieti di leggere il tuo feedback!

Il testo di credito:
Immagine di credito:Bessi

Star Walk 2

Star Walk 2 logo
Scarica su App Store
Get it su Google Play