Le Quadrantidi: il primo dei tre principali sciami meteorici del 2021

~3 min
Quadrantids by Lamberto Sassoli

Benvenuto nel 2021! Speriamo tu sia riuscito a fare dei buoni propositi per il nuovo anno e abbia pianificato il tuo calendario astronomico. Se non l'hai ancora fatto, potrai utilizzare il nostro ultimo articolo relativo agli eventi spaziali maggiormente degni di nota del 2021. Lasciamo che il primo evento di osservazione delle stelle dell'anno riguardi le spettacolari Quadrantidi! Oppure non saranno poi così spettacolari nel 2021? Leggi l'articolo per scoprirlo.

Che cos'è lo sciame meteorico delle Quadrantidi?

Non famosissime, le Quadrantidi sono, in realtà, uno dei "tre grandi" sciami meteorici del pianeta Terra. È più probabile che tu conosca gli altri due, le Perseidi e le Geminidi. Facendo un confronto, il tasso orario meteorico delle Perseidi è pari a 100, mentre le Quadrantidi producono circa 120 meteore all'ora. Allora, perché le altre due sono sempre più famose ogni anno e le Quadrantidi no?

Il periodo di attività delle Quadrantidi andrà dal 27 dicembre 2020 al 10 gennaio 2021, con un picco in corrispondenza del 3 gennaio. Considerato questo, nell'Emisfero boreale, dove lo sciame di meteore è ben osservabile, il clima è freddo e non si presta per la caccia alle "stelle cadenti". Nell'Emisfero australe, le Quadrantidi sono semplicemente difficili da vedere, perché l'altitudine massima del radiante al buio è di 20° sotto l'orizzonte.

Le meteore caratterizzate da questo flusso sono anche meno luminose, rispetto alle Perseidi o alle Geminidi. Quindi, nonostante il loro alto tasso orario meteorico, sono meno notevoli.

A che ora si verifica lo sciame meteorico delle Quadrantidi?

A differenza di altri sciami meteorici, con le Quadrantidi dovrai arrivare al momento giusto. Tutti gli sciami meteorici hanno un picco. Essi sono flussi di polveri e detriti nello spazio che l'orbita della Terra accoglie ed espelle, e quando questa si trova nella parte più densa del flusso, si verifica il "picco" di attività della stella cadente. Il flusso delle Quadrantidi è denso, ma ristretto, quindi il suo picco è di breve durata (circa sei ore soltanto). Secondo l'IMO, nel 2021 il picco è atteso per il 3 gennaio alle ore 14:51 GMT. Per assistere all'intero picco, cerca le meteore tre ore prima e dopo l'orario esatto.

Dove posso vedere le Quadrantidi?

Le Quadrantidi si osservano meglio dall'Emisfero boreale. Gli osservatori dell'Emisfero australe probabilmente vedranno solo poche meteore, a causa della posizione del radiante delle Quadrantidi.

Se le previsioni sul picco sono accurate, il versante occidentale del Nord America avrà un'eccellente opportunità di osservazione durante le ore prima dell'alba del 3 gennaio. Qualsiasi luogo che si trovi a latitudini centro-settentrionali o dell'estremo nord può essere discreto per guardare le Quadrantidi nel 2021, sebbene la Luna piena luminosa all'84% sbiadirà un bel po' di meteore. In ogni caso, non ti arrendere: questo sciame meteorico può produrre luminose sfere infuocate e offrire comunque uno spettacolo entusiasmante nel cielo.

Qual è l'origine dello sciame meteorico delle Quadrantidi?

L'origine delle Quadrantidi è sconosciuta. Nel 2003, l'astronomo Peter Jenniskens giunse alla conclusione che il corpo progenitore di questo sciame meteorico fosse l'asteroide 2003 EH1. D'altra parte, 2003 EH1 potrebbe essere lo stesso oggetto della cometa C/1490 Y1, che fu osservata da astronomi cinesi, giapponesi e coreani 500 anni fa. Se l'asteroide è, appunto, il corpo progenitore delle Quadrantidi, allora questo flusso sarebbe il secondo in ordine di importanza, insieme a quello delle Geminidi, che proviene da un corpo roccioso, ma non da una cometa ghiacciata.

Che significa il nome "Quadrantidi"?

Tutti gli sciami meteorici prendono il nome dalla costellazione in cui è posto il loro punto radiante. Tuttavia, le Quadrantidi sembrano fare eccezione, perché il loro punto radiante è situato nella costellazione di Boote, accanto all'asterismo del Gran Carro. Quindi, da dove proviene questo nome?

Il principale sciame meteorico di gennaio prende il nome da un'antica costellazione, ora in disuso, chiamata Quadrans Muralis. Questa costellazione fu creata dall'astronomo francese Jerome Lalande nel 1795. Insieme a poche altre costellazioni, la Quadrans Muralis fu rimossa dalla lista delle costellazioni moderne nel 1922. Gran parte della Quadrans Muralis confluì nella costellazione di Boote, ma le Quadrantidi hanno conservato il loro nome, molto probabilmente perché, a gennaio, esiste già uno sciame meteorico minore che origina dalla costellazione di Boote: le Bootidi.

Questo era il nostro primo suggerimento di osservazione delle stelle del 2021 e speriamo tu abbia apprezzato queste informazioni. Se è questo il caso, condividile sui social media e non dimenticare di inviarci il tuo feedback, lo apprezzeremmo molto!

Ti auguriamo cieli limpidi e una buona osservazione!

Il testo di credito:
Immagine di credito:Lamberto Sassoli
Star Walk 2 logo

Star Walk 2

Scarica su App Store
Get it su Google Play