I satelliti artificiali della Terra

~3 min
I satelliti artificiali della Terra

Quando sentite parlare di spazio, cosa vi viene in mente? Costellazioni, pianeti, spazio profondo, buchi neri. E cosa ne sappiamo degli oggetti creati dall'uomo che vagano nello spazio? In questo articolo vi spiegheremo quali altri oggetti spaziali meritano la vostra attenzione, come osservarli quotidianamente e perché è utile studiare l'astronomia.

L'esplorazione dello spazio è iniziata dal lancio del primo satellite artificiale terrestre, lo Sputnik 1. I primi esseri viventi che hanno eseguito un volo orbitale e sono tornati sani e salvi (attenzione - non si tratta di Yuri Gagarin), il primo sbarco sulla Luna, il lancio del primo modulo della Stazione Spaziale Internazionale, l’esplorazione di Marte – sono questi gli esempi dei progetti spaziali più noti. Il lavoro sugli studi dello spazio continua ancora oggi.

Cos'è un satellite terrestre?

Un satellite terrestre, definito anche satellite artificiale, è un oggetto lanciato in un’orbita temporanea o permanente attorno alla Terra. I settori oggetto della sua attività sono vari:

  • esplorazione di altri pianeti;
  • conduzione di esperimenti scientifici;
  • controllo del clima (condizioni meteorologiche, disastri naturali);
  • fornitura di servizi di comunicazione terrestre e altri ancora.

I satelliti artificiali sono necessari principalmente per quanto riguarda la ricerca scientifica e il progresso tecnologico. Ma per coloro che amano osservare le stelle, sono anche meritevoli di attenzione.

L'oggetto più grande e luminoso orbitante realizzato dall'uomo è la Stazione Spaziale Internazionale. È un complesso spaziale multitasking. La ISS può brillare come Venere, con una magnitudine apparente di -4,5, che la rende 16 volte più intensa di Sirio, la stella più luminosa.

I satelliti possono raggiungere una luminosità intensa a causa dell'effetto "raggi solari", che si produce quando i raggi del Sole si riflettono sui loro pannelli. La prima generazione di satelliti per comunicazioni Iridium aveva antenne che trasmettevano dati alla Terra. Quando le antenne riflettevano la luce solare sulla superficie terrestre, un osservatore poteva vederle brillare nel cielo a una magnitudine di -8, che è 30 volte più luminosa della massima luminosità di Venere.

Come si monitorano i satelliti?

I satelliti sono facilmente monitorabili con l’app Satellite Tracker. Questa app è stata oggetto di un enorme aggiornamento all'interno della campagna Back to School (“si torna a scuola”) e ora è ancora più comoda da usare. Per agevolare la ricerca, i satelliti sono suddivisi in base l’oggetto delle loro missioni: comunicazioni, navigazione, scienza, meteorologia e risorse terrestri. C'è anche una categoria particolarmente interessante che include i satelliti lanciati negli ultimi 30 giorni, le stazioni spaziali, i satelliti più luminosi e i detriti di quelli precipitati.

L’app Satellite Tracker aggiornata vi consente di accedere all’intero database dei satelliti. È possibile creare un elenco di tutti i satelliti monitorati, in modo che vengano sempre visualizzati sulla mappa, mentre un timer mostra quanto tempo manca al passaggio successivo. Per non perdere il loro transito nel cielo sopra di voi, potete utilizzare il comodo sistema di notifiche e impostare più promemoria. Inoltre, ora è anche disponibile un elenco di tutti i passaggi, non solo quelli visibili, e un grafico che rappresenta l'altezza del satellite sopra l'orizzonte.

Osservare i satelliti nella volta celeste non è facile. Essi ci sorvolano al mattino e alla sera, ma neanche il buio garantisce una visibilità perfetta, in quanto l'ombra della Terra potrebbe nasconderli.

Perché studiare astronomia è utile?

Se vi state chiedendo perché avete bisogno di tutte queste informazioni quando, invece, ciò che vi piace è semplicemente osservare le stelle, ecco la nostra risposta. A giudicare dal numero di satelliti lanciati in orbita ogni mese, è ovvio che l'astronomia si stia evolvendo giorno dopo giorno. In molti paesi, l'astronomia non è inclusa nei programmi scolastici. Tuttavia, sono molti argomenti a favore di uno studio obbligatorio di tale materia:

  • lo studio dell'astronomia coinvolge quello di altre materie scientifiche, come la fisica e la geologia, quindi vi aiuterà ad ampliare la vostra conoscenza di questi campi.
  • Vi allena ad attenervi agli orari e all’autodisciplina: per evitare di perdere un fenomeno che si verifica una volta ogni 7.000 anni, dovete tenere in considerazione le tempistiche.
  • Insegna diverse competenze utili nella vita, come la navigazione con l’aiuto delle stelle.
  • Aiuta a studiare il clima e i suoi cambiamenti. Per questo motivo, fin dalla scuola primaria i bambini saranno consapevoli dell'influenza dell'uomo sul nostro pianeta.

Satellite Tracker è stata aggiornata in occasione dell'inizio dell'anno scolastico nell’ambito della campagna Back to School, con l’obiettivo di fornire la conoscenza dello spazio e del contributo umano alla Terra. Restate sintonizzati, studiate astronomia e tenetevi aggiornati con le ultime notizie.

Il testo di credito:
Immagine di credito:Vito Technology

Satellite Tracker

Satellite Tracker logo
Scarica su App Store
Get it su Google Play